Castel San Giovanni, deserto il bando per la piscina. Ora è corsa contro il tempo

27 Aprile 2022

Il bando per la gestione della piscina comunale di Castel San Giovanni è andato deserto. Alle 12 di martedì 26 aprile, termine ultimo entro il quale era possibile presentare la propria candidatura, non è arrivata nemmeno una proposta. Si riparte quindi da zero con davanti la prospettiva di dover ingaggiare una corsa contro il tempo. Il 22 maggio scade infatti l’attuale gestione. Bisogna quindi trovare un gestore in grado di assicurare la stagione estiva.

“Purtroppo – dice il sindaco Lucia Fontana – il bando è andato deserto ma è nostra intenzione riproporlo aumentando il contributo di 12 mila euro annui che l’amministrazione propone al nuovo gestore, in modo da rendere la proposta più interessante”. Sul fatto che la piscina possa non aprire i battenti in tempo utile entro la prossima estate Fontana dice: “una soluzione la troveremo”. In molti speravano che l’attuale gestore, Activa 2, si ripresentasse. “Saremmo rimasti volentieri – dice il presidente Nicola Vitali – ma alle condizioni indicate nel bando per noi non ci sarebbe stata alcun tipo di sostenibilità”. Alle ripetute chiusure causa covid, quest’inverno si sono aggiunti gli aumenti di luce e gas che, anche per i gestori dei centri sportivi, hanno rappresentato vere e proprie mazzate.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà