Dall’albero di Falcone in Sicilia, una talea per gli studenti di Podenzano

03 Maggio 2022

Gli studenti del plesso scolastico di Podenzano hanno deciso di custodire la memoria dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di impegnarsi a diffondere il messaggio della legalità.

Vogliono farlo crescendo una piantina che arriva direttamente da Palermo, dall’Albero di Falcone (un ficus), che si trova proprio davanti alla casa del giudice ucciso dalla mafia 30 anni fa, diventato quasi un monumento dove tante persone lasciano messaggi di gratitudine e riconoscenza. Una talea di quell’albero ha fatto un lungo viaggio, partendo da Palermo ed arrivando fino a Podenzano passando per Ravenna, dove il Reparto carabinieri biodiversità di Punta Marina l’ha fatta crescere dal germoglio che era. I marescialli Antonella Mancini e Fabrizio Bellini hanno fatto la consegna ieri pomeriggio nelle mani di una delegazione delle classi dell’istituto scolastico podenzanese, avvenuta davanti al murale recentemente realizzato nel corridoio della scuola secondaria di primo grado che ritrae i giudici Falcone e Borsellino. La piantina ora è registrata nella mappa del bosco diffuso.

Il progetto di legalità prosegue domani, mercoledì. Gli studenti dell’istituto comprensivo “Parini” (Podenzano e San Giorgio) incontreranno l’avvocato Fabio Trizzino, legale della famiglia Borsellino e genero del giudice. Anche la cittadinanza potrà partecipare al momento previsto nel pomeriggio a San Giorgio. Alle 14.45 sarà inaugurato lo “scaffale della legalità” nella biblioteca comunale cui seguirà, nel salone d’onore del municipio, la testimonianza dell’avvocato e l’inaugurazione della “panchina della legalità” ai giardini della scuola.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà