Cantieri non in sicurezza in provincia: tre denunce e 20mila euro di sanzioni

13 Maggio 2022

Tre professionisti sono stati denunciati all’autorità giudiziaria dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Piacenza, insieme ai militari delle Stazioni CC Forestali di Pianello e Castell’Arquato a conclusione di un’attività ispettiva.

Le ispezioni sono state eseguite in due cantieri di Sarmato e Castell’Arquato. Nel primo cantiere il titolare di una ditta di movimento terra è stato denunciato per omessa formazione dei lavoratori presenti; inseguito sono state elevate ammende pari a 1.607 euro.

A Castell’Arquato, il titolare di una ditta di costruzioni edili è stato denunciato a causa dell’installazione di un ponteggio che – secondo gli agenti – sarebbe stato sprovvisto di idonei parapetti di testata, correnti, tavole fermapiede e tavole di calpestio, previsti al fine di impedire la caduta da altezza superiore a due metri. Per questo è stato adottato un provvedimento di sospensione dell’attività sino al ripristino delle necessarie condizioni di sicurezza. “L’imprenditore – riferiscono le forze dell’ordine – è stato sanzionato anche per aver utilizzato quattro lavoratori dissimulando una mera somministrazione di manodopera mediante l’istituto del “distacco”. Così come per lo stesso motivo veniva sanzionato il titolare della ditta distaccante”. Nell’ambito dello stesso controllo è stato denunciato anche il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione. Sono state così comminate ammende e sanzioni amministrative pari a circa 18mila euro.

In totale sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di quasi 20mila euro.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà