“Schiaffi e minacce agli ospiti del suo centro”: sacerdote indagato per maltrattamenti

26 Maggio 2022

Avrebbe preso a schiaffi gli ospiti, causando loro in alcuni casi delle lesioni personali. Li avrebbe poi ingiuriati e minacciati di comportamenti ritorsivi qualora non avessero ubbidito ai suoi voleri, facendo loro saltare i pasti ogniqualvolta non rispettavano le regole da lui imposte.

Sono pesanti le accuse a carico di un sacerdote piacentino, responsabile di un centro di assistenza residenziale per adulti della città e indagato per maltrattamenti in famiglia. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Piacenza, sono state condotte dalla Squadra Mobile della questura. Indagini che hanno portato all’emissione da parte del gip della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Piacenza e di un altro Comune della Provincia.

Il sacerdote è sottoposto a procedimento penale poiché accusato di aver assunto comportamenti autoritativi e punitivi nei confronti degli ospiti del già menzionato centro, a lui affidati per ragioni di cura, vigilanza e custodia. L’uomo, stando a quanto comunicato dalle forze dell’ordine, era già stato arrestato per il medesimo reato nel 2017, commesso sempre ai danni degli ospiti del predetto centro, e condannato con sentenza definitiva.

Il comunicato della Questura di Piacenza spiega: “Dopo essere stato allontanato dal centro, negli ultimi tempi il sacerdote vi aveva fatto nuovamente ritorno, dapprima assistito da altri volontari, che nel tempo erano stati da lui sempre più allontanati, consentendogli di riprendere in mano la gestione della struttura. In particolare, i nuovi fatti contestati al sacerdote sarebbero avvenuti a partire dal novembre del 2021”.

Il provvedimento a tutela delle persone offese copre anche un Comune di questa provincia, dove gli ospiti del centro sono soliti recarsi per la messa domenicale.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà