Tragedia a Zena: analisi sul sangue dell’imputato, nominato il perito

27 Maggio 2022

Nominato ieri, 26 maggio, dal giudice il perito che si occuperà di analizzare e verificare se il sangue contenuto nella provetta custodia all’ospedale sia proprio lo stesso sangue dell’imputato dell’omicidio stradale costato la vita a Daniele Zanrei e Sonia Tosi. La richiesta di questa analisi era stata avanzata in una precedente udienza dall’avvocato Matteo Dameli. Ieri il Gup Gianandrea Bussi ha nominato il perito che si occuperà delle analisi del caso. Tale verifica verrà effettuata con la comparazione del dna del sangue in essa contenuta con quello dell’imputato. L’automobilista infatti pare che subito dopo l’incidente costato la vita alla coppia in vespa, secondo testimoni non sarebbe sembrato visibilmente in stato di ebbrezza, la successiva analisi del sangue avrebbe invece inequivocabilmente stabilito diversamente, da qui la richiesta di verifiche ed accertamenti da parte della difesa. L’imputato di questo processo dall’inizio dello scorso agosto si trova agli arresti domiciliari con il permesso di recarsi al lavoro. Per lui l’accusa è quella di omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza. La tragedia costata la vita alla coppia di fidanzati, si era consumata domenica primo agosto intorno alle 22, sulla strada che collega Carpaneto a Cadeo.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà