Al Volta gli allievi diventano “sentinelle del cuore”: esperti di defibrillatore

03 Giugno 2022


Sono 37 gli studenti del polo Volta “sentinelle del cuore”. Quelli cioè che hanno risposto all’invito a partecipare al corso di formazione per l’utilizzo del defibrillatore. L’idea era nata un anno fa, quando l’ex insegnante Maria Teresa Piroli aveva donato, in collaborazione con Progetto Vita, un apparecchio salva vita ad uso della nuova palestra del polo superiore di via Nazario Sauro a Castel San Giovanni. Il defibrillatore era stato dedicato a Santina e Franco Piroli, genitori dell’ex insegnante.

Raccogliendo quel testimone ideale, ora 37 ragazzi del liceo e dell’Istituto professionale hanno imparato il corretto utilizzo del defibrillatore. Un apparecchio quest’ultimo che in caso di arresto cardiaco può fare la differenza, tanto più se posizionato in un luogo dove si pratica attività sportiva.

Al termine del corso i giovani del Volta, coordinati dall’insegnante Renata Tognon, e altri nove docenti che con loro hanno partecipato all’iniziativa hanno tutti quanti ricevuto tesserino e attestato che certifica la loro abilità, acquisita durante lezioni orali e simulazioni pratiche.

“Gli istruttori di Progetto Vita – dicono i promotori – sono stati molto professionali e capaci nel coinvolgere i ragazzi. Gli insegnanti che hanno partecipato si sono resi disponibili a proseguire l’anno prossimo e diventare spalla degli istruttori, durante i nuovi corsi che dovessero essere organizzati”.

“I nostri istruttori – dice invece Stefania Bertocchi (Progetto Vita) – sono rimasti sorpresi dall’entusiasmo degli alunni che si sono sentiti motivati nell’apprendere nuove competenze da utilizzare, in caso di bisogno a vantaggio del prossimo”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà