Controlli dei carabinieri nei cantieri: quattro denunce e un’attività sospesa

25 Giugno 2022

Immagine di repertorio di un cantiere edile

Quattro amministratori o titolari di società denunciati, due sanzionati, un’attività sospesa in un cantiere edile, sette imprese e 17 lavoratori controllati (dei quali cinque trovati cinque irregolari), ammende per un totale di circa 7.400 euro e circa quattromila euro di sanzioni amministrative.
È il bilancio dell’attività ispettiva, nell’ambito della vigilanza straordinaria dei cantieri edili, coordinata dalla Compagnia carabinieri di Piacenza ed eseguita dai carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro di Piacenza, insieme ai militari della Stazione di Castel San Giovanni e dai Forestali.
Le ispezioni sono state eseguite nell’area proprio di Castel San Giovanni negli ultimi giorni.
Nel primo cantiere ispezionato l’amministratore di una ditta di costruzioni è stato denunciato per non aver aggiornato il Piano di montaggio, uso e smontaggio, con le modifiche effettuate allo schema tipo del ponteggio metallico prefabbricato posto perimetralmente al fabbricato alto circa 10 metri, e perché lo stesso ponteggio, in alcuni punti, risultava sprovvisto di tavole fermapiedi, correnti e diagonali.
Un altro amministratore, invece, è stato denunciato per non aver provveduto ad inviare due dipendenti ai corsi di formazione “rischio alto” prima di adibirli alla mansione e senza specifico addestramento.
A carico dell’uomo, inoltre, è stato adottato il provvedimento di sospensione del cantiere per gravi violazioni in materia di salute e sicurezza.
Il titolare firmatario di una ditta individuale che si occupa di installazione di impianti elettrici è stato poi denunciato per non aver inviato i suoi due dipendenti alla visita medica preventiva attestante l’idoneità alla mansione, così come un libero professionista, in qualità di Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione lavori, per non aver verificato, con opportune azioni di controllo, l’applicazione da parte delle imprese esecutrici delle disposizioni contenute Piano di sicurezza e di coordinamento)
Due amministratori di imprese edili, infine, sono stati sanzionati per aver utilizzato lavoratori dissimulando una mera somministrazione di manodopera mediante l’istituto del “distacco”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà