Scoperti a rubare rame da un’azienda tentano la fuga ma si schiantano con l’auto

20 Luglio 2022

La scorsa notte tre individui provenienti dalla provincia di Parma sono stati scoperti dai carabinieri di Gropparello mentre erano intenti a rubare cavi di rame dall’ex stabilimento di Atlantis, nella frazione di Sariano.

Era da poco passata l’una di notte quando – durante un giro di pattuglia – le forze dell’ordine hanno colto sul fatto tre individui mentre stavano caricando l’auto di proprietà di uno di loro con cavi e guarnizioni di rame trovati nei pressi dello stabilimento dove, fino allo scorso 2013, venivano realizzati yacht e imbarcazioni di lusso.

All’arrivo dei carabinieri, i tre soggetti sono immediatamente scappati. Uno di loro di corsa tra i campi vicino alla struttura; gli altri due a bordo dell’autovettura che – inseguita direzione Carpaneto dalle forze dell’ordine – si è schiantata contro un muro alle porte di Celleri.

Dopo il violento impatto, uno dei due individui a bordo dell’auto (completamente distrutta) è riuscito a scappare facendo perdere le sue tracce. L’altro è stato arrestato e – dopo essere stato trasportato nella stazione dei carabinieri in piazza Roma a Gropparello – soccorso dai volontari della Pubblica assistenza Val Vezzeno.

Durante l’inseguimento, gran parte della refurtiva è caduta sul ciglio della strada ed è stata recuperata in un secondo momento dai carabinieri. In queste ore proseguono le indagini delle forze dell’ordine.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà