“Un’ambulanza in Congo è oro”. A Kinshasa i mezzi di soccorso donati dal 118

02 Agosto 2022

“L’ambulanza in Congo è oro, per questo mi emoziona pensare che da sabato scorso due mezzi di soccorso sono a servizio delle grandi comunità di Kinshasa e Mbenseke”. Con queste parole Don Alphonse Lukoki, parroco di San Savino annuncia l’approdo delle ambulanze donate oltre un anno fa, prima dall’ospedale di Piacenza e poi da quello di Fidenza, nel territorio in cui l’associazione “Gocce d’acqua” opera dal 2004.

“Aspettavamo da tempo che le ambulanze potessero entrare in funzione – spiega il parroco – nei primi mesi dopo le donazioni abbiamo provveduto a raccogliere i fondi per la spedizione riuscendo a farle arrivare in Congo a Marzo; purtroppo abbiamo dovuto aspettare i tempi burocratici fino a sabato scorso, quando la prima ambulanza è arrivata nell’ambulatorio di Mbenseke tra i festeggiamenti degli operatori sanitari”.

La secondo ambulanza – quella donata dall’ospedale di Fidenza – entra in funzione proprio oggi a servizio del pronto soccorso di Kinshasa. Due mezzi di soccorso che erano stati ritirati dal 118 e che ora partono per una nuova missione in una terra che ha estremo bisogno.

Il prossimo obiettivo dell’associazione fondata da don Lukoki è creare una scuola tecnica che possa formare i lavoratori del domani. “In Africa e in Congo c’è bisogno di tutto – commenta – lo dice il nostro nome, noi proviamo a dare il nostro piccolo contributo, le nostre gocce d’acqua. Dopo aver inaugurato l’ambulatorio e la scuola per bambini e ragazzi, stiamo pensando a realizzare una scuola tecnica per infermieri”.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà