Auto intrappolate a Vernasca. “Evento eccezionale ma mai avvisati dell’allerta meteo”

09 Agosto 2022

“So che l’organizzazione non ha funzionato a menadito, ma posso assicurare che insieme a tutti i volontari, i cacciatori, i vigili del fuoco e i trattoristi, che non smetterò mai di ringraziare, ce l’abbiamo messa tutta per dare sollievo alle persone che si sono trovate in difficoltà” è quanto ha affermato Andrea Nicoli, presidente dell’associazione Appennino Cultura che da 16 anni cura il Bascherdeis, il festival internazionale degli artisti di strada che nelle date di venerdì e sabato aveva richiamato in alta Val d’Arda qualcosa come 5mila visitatori (dopo due anni di stop forzato).

“Sapevamo, come credo tutti, che le condizioni meteo sarebbero andate in peggioramento, si parlava di temporali che sarebbero arrivati – prosegue Nicoli -. Ma nessuno ci ha avvertito dell’allerta, né il Comune, né la prefettura, né la Protezione civile. Forse avremmo potuto organizzarci diversamente”, riferisce Nicoli.

Il presidente di Appennino Cultura si dice profondamente dispiaciuto per il disagio patito da famiglie e visitatori.

I dettagli nell’articolo di Marcello Pollastri sul quotidiano Libertà.

 

 

 

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà