Il Consiglio di Stato: “Corretta la chiusura del centro estivo a Marsaglia”

21 Settembre 2022

Sul caso del centro estivo chiuso nell’estate 2021 a Marsaglia, il Consiglio di Stato ha respinto l’appello cautelare dell’associazione culturale “Nuovo Mondo” contro il Comune di Corte Brugnatella, assistito dagli avvocati Giuseppe Manfredi e Luigi Salice di Piacenza.
La decisione definitiva, in sostanza, conferma dunque gli atti con i quali l’amministrazione comunale al tempo guidata dal sindaco Mauro Guarnieri, poi dimessosi a febbraio, aveva impedito il prosieguo di un centro estivo privato per minori dai 6 ai 17 anni in un edificio a Marsaglia “privo delle ordinarie misure di sicurezza”, era quanto sostenuto dall’inizio della vicenda da piazza Balletti.
L’attuale amministrazione straordinaria, con il commissario Luigi Swich, sottolinea in una nota che è stata “autorevolmente premiata l’attività corale di Comune di Corte Brugnatella, Unione Montana Alte valli Trebbia e Luretta, comando provinciale dei vigili del Fuoco, Ausl, Nas dei carabinieri”.
Nell’ordinanza del Consiglio di Stato viene ricordata la relazione dei vigili del fuoco che evidenziava “significative carenze infrastrutturali dell’immobile” e l’assenza dei “requisiti minimi per l’esercizio”. L’appellante è stato inoltre condannato a rifondere in favore del Comune di Corte Brugnatella le spese del grado del giudizio cautelare, cioè quattromila euro.

Tutto il servizio di Elisa Malacalza oggi su Libertà

L’ordinanza cautelare

© Copyright 2022 Editoriale Libertà