Il testimone invisibile

Il sorriso di Miriam Leone illumina la notte del Bobbio Film Festival

2 agosto 2019

Al Bobbio Film Festival sale in cattedra la bellezza di Miriam Leone che è arrivata al Chiostro di San Colombano per presentare “Il testimone invisibile”, thriller di ottima fattura diretto da Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio e Fabrizio Bentivoglio. “Sono felice di essere ospite a “casa” di Marco Bellocchio – ha spiegato la Leone – non ero mai stata qui anche se un paio di anni fa avevo lavorato con lui in “Fai bei sogni”, il mio ruolo era quello di Agnese la fidanzata del protagonista, Valerio Mastrandrea”.

L’attrice catanese con un sorriso che cattura l’uditorio ha descritto il personaggio che interpreta nel film di Mordini: “Sono Laura, una fotografa che presenta un carattere piuttosto stratificato dal punto di vista psicologico. Diciamo che ha qualcosa da nascondere. Lei viene uccisa in una stanza d’albergo e l’unico indagato è il suo amante, Adriano (Riccardo Scamarcio), che però si professa innocente. La verità è destinata a venire a galla ma lentamente anche perchè come nei migliori film noir, quelli che fanno incollare lo spettatore alla poltrona”. E il pubblico, molto numeroso, incollato alla poltrona c’è stato fino alla fine. Al termine della proiezione applausi convinti.

Sabato 3 agosto, alle 21,15, al Bobbio Film Festival arriva Alessandro Borghi con “Il primo Re” di Matteo Rovere.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE