Sabato 2 luglio a San Pietro in Cerro omaggio al tenore Menippo

29 Giugno 2022

Nella suggestiva cornice del Parco di Palazzo Barattieri, a San Pietro in Cerro in provincia di Piacenza, è in programma sabato 2 luglio alle ore 21.15 un concerto lirico che vedrà protagonisti il tenore Antonio Mandrillo e i Cameristi Farnesiani.

L’evento, organizzato dalla Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con il Comune di San Pietro in Cerro, rende omaggio al tenore piacentino Carlo Menippo (1930 – 2003), di cui San Pietro custodisce una targa alla memoria, un luogo caro all’artista dove più volte ebbe l’occasione di esibire la sua “voce di cristallo”.

Menippo iniziò a studiare canto con Ettore Campogalliani e debuttò nel 1961 nei Pagliacci al Teatro Nuovo di Milano, opera che divenne il suo cavallo di battaglia e che eseguì al Massimo di Palermo, al Comunale di Bologna, alla Staatsoper di Vienna ma anche a Castel San Giovanni, Busseto, Mantova, e per tre stagioni a Piacenza, dove cantò nel 1962 per la prima volta in Tosca.

Il programma del concerto vedrà l’esecuzione di celebri arie e brani di Wolfgang Amadeus Mozart, di cui verrà eseguita l’Ouverture de Le nozze di Figaro, di Francesco Paolo Tosti, dal Werther di Jules Massenet, da Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, di Ruggero Leoncavallo, e poi ancora da RigolettoLa traviataAida e Otello di Giuseppe Verdi, per arrivare al Novecento e concludere con un medley delle celebri musiche di Ennio Morricone e con Libertango di Astor Piazzolla.

Il tenore Antonio Mandrillo, giovane talento emergente che si è già esibito in importanti teatri e festival, ha recentemente debuttato nel Turco in Italia al Teatro Carlo Felice di Genova e si è esibito lo scorso maggio alla Sala dei Teatini di Piacenza nell’ambito del concerto per la XXVI Targa Flaviano Labò consegnata dall’Associazione Amici della Lirica di Piacenza.

L’ensemble dei Cameristi Farnesiani è formato dai musicisti dell’Orchestra Farnesiana, nata da un’idea dei fratelli Gabriele e Marcello Schiavi, che uniti da esperienze tra le più prestigiose Orchestre Italiane, si pongono l’obiettivo di sviluppare e proporre il repertorio sinfonico e operistico anche sul territorio piacentino. L’Orchestra annovera al suo interno musicisti provenienti da alcune delle più prestigiose Orchestre europee – Teatro alla Scala, Conzertgebouw, La Monnaie Bruxelles.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà