Dati sul sito elezioni.liberta.it

Amministrative 2019: tra riconferme e novità, spoglio terminato. Tutti i sindaci eletti

27 maggio 2019

E’ terminato verso le 17 di lunedì 27 maggio lo spoglio delle schede delle elezioni amministrative, che domenica 26 maggio hanno chiamato al voto oltre 86mila piacentini per scegliere tra 64 candidati sindaco. Tra liste uniche, quorum raggiunti, riconferme e novità, il quadro politico amministrativo della provincia di Piacenza è ora consolidato.

VAL TIDONE – E’ Lucia Fontana il sindaco eletto a Castel San Giovanni. Il primo cittadino con il 55,75% di voti è stato riconfermato per i prossimi cinque anni. “Lavoreremo per abbellire il paese” è stato il suo primo commento. Lorenzo Burgazzoli con il 55,20% è riconfermato sindaco di Piozzano. A Ziano, con il 74,89%, è Manuel Ghilardelli a continuare il lavoro di primo cittadino, iniziato cinque anni fa. Novità a Sarmato dove con il 60,47% di preferenze sarà Claudia Ferrari il nuovo primo cittadino. A Calendasco nella sfida a quattro è Filippo Zangrandi a vincere le elezioni con il 43,55%, mentre a Pianello, dove si è candidata una sola lista, il sindaco eletto sarà Giampaolo Fornasari.

BASSA VAL TREBBIA – Nella zona della Bassa Val Trebbia arriva una riconferma a Travo,  dove Lodovico Albasi con l’81,62% dei consensi potrà proseguire il suo mandato di sindaco. “I travesi hanno creduto nell’operato degli ultimi cinque anni” ha spiegato Albasi raggiunto al telefono.
New entry a Gossolengo, dove con il  53,53% di preferenze sarà Andrea Balestrieri a vestire i panni da sindaco per i prossimi cinque anni. “Sono tante le cose da fare, inizieremo già domani mattina a la lavorare – ha spiegato in neo eletto -. Cercheremo di avere più attenzione alla manutenzione ordinaria e maggior contatto con i cittadini. Punto di attenzione particolare sarà la questione bitumificio”.
Riconferma anche a Rivergaro, dove Andrea Albasi con il 69,08% proseguirà il suo mandato. “E’ una grande vittoria, non era facile. Abbiamo tanti interventi da portare avanti, cominceremo subito. Per essere sindaco di tutti”. Altri cinque anni di governo anche per Patrizia Calza, riconfermata con il 67,23% sindaco di Gragnano.

ALTA VAL TREBBIA – Il primo dato ufficiale delle Amministrative 2019 è arrivato da Cerignale, dove il sindaco uscente Massimo Castelli è stato riconfermato con l’88,61%. “L’auspicio è che si possa lavorare tutti insieme” sono state le sue prime parole. A Zerba, con il 67,39%, la poltrona di primo cittadino sarà occupata per i prossimi cinque anni da Pietro Rebolini. Ottone è stato riconfermato Federico Beccia, con l’81,18%: “Proseguiremo con il programma cercando di fare sempre meglio per i cittadini”. Con il 46,08% a Coli sarà Renato Torre a governare il paese per il prossimo mandato, mentre a Cortebrugnatella sarà Mauro Guarnieri scelto dal 51,82% dei votanti.
Una riconferma arriva anche da Bobbio, dove Roberto Pasquali è stato rieletto primo cittadino con l’83,41%.

VAL NURE – Lista unica e quorum superato hanno permesso a Donatella Alberoni di essere eletta primo cittadino a San Giorgio. La conferma è arrivata dallo spoglio delle schede di voto, ultimato prima delle 15 di lunedì 27 maggio. “Metterò a frutto l’esperienza degli anni da vice sindaco” sono state le sue prime parole nell’intervista telefonica con la diretta di Telelibertà. Con il 37,96% sarà Alessandro Chiesa il primo cittadino di Ponte dell’Olio. A Vigolzone è Luca Argellati il nuovo primo cittadino, eletto con il 53,11%. A Farini maggioranza del 54,06% e nomina a sindaco a Cristian PoggioliAlessandro Piva è stato riconfermato primo cittadino di Podenzano con il 50,93%.
Testa a testa a Pontenure aggiudicato da Manola Gruppi con il 39,64%.

VAL D’ARDA – Riconferma per il sindaco uscente di Morfasso, Paolo Calestani, che con l’89,10% di preferenze non ha lasciato spazio alla lita concorrente. “Lavoreremo con impegno ancora maggiore” ha detto Calestano appena raggiunto al telefono. Stefano Boselli con il 65,28% è stato nominato sindaco di San Pietro in Cerro. A Besenzone confermato Carlo Filiberti, come Davide Zucchi ad Alseno: “”E’ stata una campagna intensa – ha spiegato Zucchi -, porteremo avanti i lavori impostati”.
Roberta Battaglia con il 53,63% è riconfermata primo cittadino di Caorso: “Sarò il sindaco di tutti come ho già fatto. Partenza a pieno del centro sportivo, fondamentale per i giovani del paese”.
Con 11 voti di scarto e il 34,20% di preferenze è Antonio Vincini il nuovo sindaco di Lugagnano, in un testa a testa con altri due contendenti: “Siamo in una situazione drammatica, manca personale e funzionari. Questo comporta ritardi negli interventi”. Riconfermato Giuseppe Sidoli a Vernasca, scelto dal 74,91% dei votanti. A Castell’Arquato è stato eletto primo cittadino Giuseppe Bersani con il 66,55%.

TUTTI I DETTAGLI SUL SITO ELEZIONI.LIBERTA.IT

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE