Fiorenzuola

Tassi, ceo di Caffeina è il Laureato dell’anno. “Impegno e ottimismo”

29 novembre 2019

Fiducia, impegno e ottimismo sono i cardini del pensiero di Tiziano Tassi, fiorenzuolano 34enne, che nei giorni scorsi ha ricevuto il premio Laureato dell’Anno nel percorso specialistico in Trade e Consumer Marketing all’Università di Parma.
Tassi è Ceo di Caffeina, la creative digital agency fondata nel 2011 insieme ai compagni di università Antonio Marella ed Henry Sichel che vanta tra i clienti numerose multinazionali, dalla moda alla finanza fino al settore alimentare. “Ideas never sleep” è il claim di un successo imprenditoriale che unisce 130 collaboratori e dipendenti dislocati nelle tre sedi di Parma, Milano e Roma. Lo scorso anno Tassi, aveva ricevuto il premio come Ceo dell’anno ai Le Fonti Awards nella categoria Comunicazione digitale. Il fiorenzuolano è anche professore a contratto, tra le altre, per l’Università Cattolica.
“E’ un onore ricevere riconoscimento come Laureato dell’anno perché sono molto legato al percorso che ho fatto in università – ha commentato Tiziano Tassi – E’ un cerchio che si chiude per farne iniziare un altro”. Per il giorno della premiazione, l’imprenditore ha preparato un discorso che ha attirato l’attenzione degli studenti presenti alla cerimonia. “Ho voluto lanciare un messaggio. Sentiamo spesso dire che le cose non si possono cambiare, che stiamo male per colpa di qualcuno. Noi con Caffeina siamo partiti da zero, non avevamo santi in paradiso, quello che siamo diventati è merito di ciò che abbiamo costruito insieme con il nostro lavoro. Ho scelto tre parole per spiegarlo: la prima è fiducia, ovvero un’arma potente per costruire le relazioni e quindi il futuro; la seconda parola è impegno, se sei coinvolto e ci metti cuore e passione i risultati li porti a casa in qualunque campo. La terza parola è ottimismo: un mindset che non possiamo non avere. Siamo in un periodo difficile ma non possiamo piangerci addosso e dobbiamo guardare il bicchiere mezzo pieno. L’ottimismo è la chiave per vedere l’opportunità nascosta nei rischi e nei cambiamenti.

Il futuro è digitale? “Si – risponde il 34enne – ma non è un futuro alternativo alla realtà che viviamo. Il digitale sarà una rivoluzione come l’elettronica e la corrente elettrica, entrerà nelle nostre vite ma è una cosa bella, non dobbiamo essere spaventati. Il digitale è uno strumento, lo possiamo usare per migliorare le nostre vite nel futuro. Starà a noi costruirlo e fare in modo che sia un futuro positivo”.

Nel futuro professionale di Tiziano Tassi ci sono la continua crescita di Caffeina e le lezioni agli studenti che potrebbero diventare collaboratori. Nella sfera personale ci sono emozione ed entusiasmo: “Ho saputo da poco tempo che nel 2020 diventerò papà”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE