“Diamo umanità al lavoro”: ad Amazon sciopero dei lavoratori. L’azienda replica

22 Marzo 2021

Al grido di “diamo umanità al lavoro” i sindacati dei trasporti hanno radunato questa mattina, 22 marzo, di fronte allo stabilimento Amazon di Castel San Giovanni centinaia di persone. Tra loro anche tanti driver: “Siamo costretti a consegnare anche 300 pacchi al giorno con ritmi di lavoro insostenibili” dicono alcuni di loro.

Presenti anche  rappresentanti regionali nazionali e locali dei sindacati dei trasporti, che parlano di un’accezione a livello nazionale del 70 per cento dei 40 mila lavoratori della filiera Amazon. “Chiediamo che Amazon ci ascolti – hanno ribadito Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – e si sieda al tavolo delle trattative. I lavoratori non sono algoritmi e noi non vogliamo parlare con una piattaforma digitale”.

Dal canto suo Amazon si difende. “I nostri dipendenti e i corrieri assunti dalle imprese terze che effettuano i servizi di consegna ricevono entrambi salari competitivi” si legge in una nota scritta dal colosso statunitense.

Amazon ricorda di “aver elargito lo scorso anno in due momenti diversi un bonus a titolo di riconoscimento e ringraziamento ai dipendenti del settore logistico e ai dipendenti dei fornitori terzi per il lavoro eccezionale svolto durante l’emergenza sanitaria”.

“Lavoriamo ogni giorno a stretto contatto con i fornitori di servizi di consegna – prosegue la nota – per consentire loro di pianificare adeguatamente le loro esigenze operative e per determinare quante consegne un autista possa effettuare in sicurezza durante la propria giornata lavorativa”.

Amazon ha poi rivolto una lettera ai clienti in merito allo sciopero di oggi. “In Amazon – si legge – rispettiamo il diritto di ogni individuo ad esprimere la propria posizione e voglio ringraziare personalmente i colleghi e i dipendenti dei fornitori dei servizi di consegna che ogni giorno lavorano per assicurare che possiate ricevere i vostri ordini. L’emergenza sanitaria tuttora in corso ha avuto un grande impatto sulla vita di tutti noi. Prendiamo molto sul serio il nostro compito di continuare a fornirvi un servizio utile, così come quello di proteggere la salute e la sicurezza di tutto il nostro personale, permettendovi di acquistare e ricevere i prodotti di cui avete bisogno restando a casa il più possibile. Il nostro impegno nei confronti dei nostri dipendenti non si ferma. Continueremo ad assicurarci che tutto il nostro personale sia adeguatamente protetto, monitoriamo i cambiamenti e aggiorniamo costantemente le misure preventive giorno per giorno. Offriamo test gratuiti e supporteremo in tutti i modi il piano di vaccinazione, appena sarà possibile, per far sì che ogni persona che frequenti i nostri siti venga adeguatamente assistita”.

IL SERVIZIO DI MARIANGELA MILANI

LA FOTOGALLERY DI MASSIMO BERSANI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà