Pnrr, da digitale ad ambiente: avviati i lavori per capire come investire le risorse

05 Ottobre 2021

Tre macro aree e sei missioni: Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura (missione 1) + Istruzione e ricerca (missione 4); Rivoluzione verde e transizione ecologica (missione 2) + Infrastrutture per una mobilità sostenibile (missione 3); Inclusione e coesione (missione 5) + Salute (missione 6).

Sono i tre tavoli di lavoro costituiti dalla Provincia di Piacenza per la individuazione e messa a punto delle progettualità del territorio candidabili ad intercettare le risorse del Pnrr. Ovvero, dove e come spendere al meglio i soldi che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, concepito per rilanciare l’Italia nella fase post pandemica, destinerà agli enti locali. Tavoli attorno ai quali si siedono tutte le realtà territoriali, dalle associazioni di categoria ai sindacati, fino alle università.

L’avvio dei lavori martedì 5 ottobre in Sant’Ilario, alla presenza di Francesco Raphael Frieri, direttore generale alle Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni della Regione Emilia-Romagna che ha portato una riflessione sul tema “Il Ruolo della Regione e dei territori nell’attuazione del Pnrr e della programmazione europea 2021-2027”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà