Il terzo polo a Piacenza meglio che a livello nazionale. “Partiamo da qui”

26 Settembre 2022

Quando Azione e Italia Viva hanno stretto l’alleanza elettorale hanno proclamato il terzo polo. Le urne però hanno decretato un risultato diverso. Fratelli d’Italia, Partito democratico, Movimento cinque stelle, Lega e Forza Italia hanno superato il partito nato dal matrimonio di Carlo Calenda e Matteo Renzi, fermo al 7,7% e quindi lontano dalla sperata doppia cifra.

A livello locale, il terzo polo ha raggiunto il 7,64% al collegio uninominale della Camera e l’8,30% al collegio uninominale del Senato dove correva il piacentino Alessandro Sbalbi. “Un risultato che ci aspettavamo – spiega Sbalbi – forse potevamo fare anche di più, ma è un ottimo risultato di partenza per quello che è il nostro progetto politico, in liea con i risultati ottenuti in regione e migliore di quello nazionale”.

“Dobbiamo andare avanti, continuare a dialogare con le realtà locali e far conoscere sempre di più il nostro programma” precisa Sbalbi. “Abbiamo notato, durante la campagna elettorale, il bisogno da parte dei cittadini di trovare un interlocutore moderato con idee e programmi forti, concreti e pragmatici” conclude il rappresentante di Azione-Italia Viva.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà