Enti e Imprese

Decalacque per un futuro “Plastic Free”

16 ottobre 2020

Il consumo di acqua in bottiglia è aumentato vertiginosamente in tutto il mondo e l’Italia è il primo consumatore in Europa. Ridurre il consumo di plastica è diventato ormai un imperativo, sempre più cittadini percepiscono il problema ambiente come prioritario nella vita quotidiana

Ne parliamo con Alessandro De Santis, Amministratore Delegato di Decalacque, che è stata la prima azienda nel piacentino ad aver aderito in modo autonomo ed indipendente alla filosofia Plastic Free.

Come è nato questo progetto?

In collaborazione con “River Volley 2001” abbiamo finanziato un progetto pilota già nel 2018 che mirava a fornire, nella palestra di Rivergaro, sia le borracce in alluminio, personalizzate per le atlete, sia l’impianto di depurazione da cui approvvigionarsi. Con questa iniziativa abbiamo eliminato non solo l’uso delle bottigliette di plastica, ma anche garantito alle nostre atlete un’ottima acqua da bere.
È un progetto innovativo e virtuoso nato con l’obiettivo di sensibilizzare in modo concreto lo sviluppo sostenibile rendendo la vita “senza bottiglie di plastica” un’abitudine quotidiana.

Di cosa si occupa Decalacque?

Decalacque si occupa di produrre e commercializzare depuratori d’acqua, purificatori ed addolcitori, che permettono di migliorare le proprietà organolettiche delle acque già potabili. Con i depuratori Decalacque progettati e costruiti con tecnologie all’avanguardia e con la massima qualità del Made in Italy, è possibile ottenere acqua naturale, acqua naturale refrigerata e acqua gasata refrigerata, pronta da bere.
I nostri clienti sono le famiglie, le aziende, gli enti pubblici, le attività sportive e le scuole: installare un nostro impianto permette al consumatore di non acquistare più acqua in bottiglia, con molti vantaggi in termini di rispetto per l’ambiente, comodità, salute, risparmio di tempo e denaro.

La problematica Covid19 come ha cambiato le nostre abitudini?

Siamo stati costretti ad attuare un cambiamento molto forte nelle nostre abitudini, prestando molta più attenzione all’igiene e alla purifica degli ambienti in cui viviamo, e il tema della qualità dell’acqua che beviamo e utilizziamo per cucinare e pulire è diventato ancora più attuale.

Per questo mi sento di consigliare di rivolgersi solo a professionisti del settore, aziende certificate e competenti, con prodotti e servizi di alta qualità, per non incorrere in rischi effettivi per la salute.

Altri progetti per il futuro?

Abbiamo in essere diversi progetti ed iniziative, sempre più associazioni sportive e realtà del territorio stanno prendendo a cuore la filosofia Plastic Free e stanno nascendo diverse collaborazioni importanti, anche grazie al fatto che Decalacque è disposta a finanziare la fornitura dell’impianto e le borracce in alluminio, offrendo alle associazioni, alle scuole, agli enti pubblici e alle società sportive la possibilità di una collaborazione che verrà valutata a seconda di alcuni parametri che devono sostenere l’investimento.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Enti e imprese

NOTIZIE CORRELATE