Provincia

Black out e polemica. L’ira di Rossetti: “E se fosse stata una gara di Coppa?”

29 agosto 2014

20140827-221403.jpg

“E se fosse stata una partita di Coppa Italia? Sa come sarebbe finita? Partita persa, penalizzazione e multa. Proprio mercoledì prossimo giocheremo in Coppa Italia con il Royale Fiore”. Non si placa l’ira del presidente del Vigor Carpaneto Giuseppe Rossetti per il black out che mercoledì sera ha fatto saltare l’amichevole contro il Piacenza Calcio. Una maledizione visto che anche lo scorso anno l’amichevole contro i biancorossi terminò in anticipo per lo stesso problema all’illuminazione. Rossetti non si è limitato allo sfogo ma si è recato di persona sindaco Gianni Zanrei e gli ha consegnato le chiavi dell’impianto sbottando: “Senza un progetto serio sui campi, lascio il calcio giovanile. Non posso fare figure meschine nè tantomeno assumermi la responsabilità per l’incolumità dei tanti giovani che frequentano le strutture. I fondi a disposizione non sono stati spesi bene”. Il sindaco Gianni Zanrei raggiunto al telefono, ammette che la figura nei confronti del Piacenza calcio e di tutta la cittadinanza è stata pessima e si scusa ma non si sente di attribuire responsabilità per il disguido all’impianto elettrico. “Mi sento di rassicurare l’amico Giuseppe Rossetti – prosegue il sindaco – i tempi dell’amministrazione sono più lenti di quelle delle società ma completeremo l’opera. Rossetti però è perentorio: “Se entro breve non avrò certezze sul completamento del progetto io sono deciso a lasciare”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Provincia Sport Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE