Piacenza

Pro, con la Spal a caccia dell’impresa. Torri e Alfonso ok, si ferma Caboni

7 novembre 2014

Pro Piacenza - Pisa (6)-800

Servirà la versione coraggiosa, quella osservata ormai oltre un mese fa quando al Garilli il Pro Piacenza riuscì nell’impresa di piegare la super favorita Pisa. Domani pomeriggio, per Matteassi e soci, è infatti in arrivo un’altra big, un cliente temibilissimo come la Spal. Formazione ambiziosa quella allenata da Oscar Brevi, chiamato a guidare i suoi ad un pronto riscatto dopo il clamoroso tonfo interno registratosi sette giorni fa sotto i colpi de L’Aquila.
Per il Pro Piacenza un appuntamento cruciale dopo il punticino rimediato a Teramo e una classifica che rimane però assai complicata. Sono cinque i punti che dividono i rossoneri dal Santarcangelo, ovvero dalla zona di galleggiamento rappresentata dai play out.
Nel Pro Piacenza non ci sarà Francesco Bini, appiedato dal giudice sportivo e che sarà sostituito dal rientrante Rieti. A guardia dei pali ci sarà Alfonso, recuperato a tempo di record dopo l’infortunio rimediato sabato scorso. Problemi alle spalle anche per Omar Torri che tornerà al centro dell’attacco, ma non sarà coadiuvato da Caboni, a sua volta stoppato da un infortunio muscolare.
In casa estense invece, ancora out il centravanti ex Chievo Gasparetto, oltre a Togni squalificato. Problemi anche per Landi che sembra destinato alla tribuna.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE