Piacenza

Il rugbista Barraud ferito a Parigi: “Tornerò ancora più forte”

14 dicembre 2015

Aristide Barraud

A un mese dagli attentati terroristici di Parigi, il rugbista Aristide Barraud ha affidato ad un post su Facebook il suo ringraziamento nei confronti di tutti i messaggi di sostegno e amicizia che ha ricevuto dopo il ferimento. “Sono felice di essere vivo. Amo Parigi più che mai. L’amore è più forte della morte. Pace a tutti” ha scritto il giocatore, in forza al Mogliano Veneto e con un trascorso in bianconero nei Lyons.

Anche da Piacenza, in questo mese, lo hanno sostenuto in molti: “La mia guarigione – rassicura il giocatore – sta andando bene. Tra qualche mese sarò in campo al 100% delle mie capacità fisiche. Tornerò ancora più forte”. Barraud parla anche di quanto accaduto spiegando di non provare “né rabbia né collera, solo una tristezza infinita per tutte le persone morte”.

Nel frattempo è stata ricostruita la dinamica del suo ferimento: Barraud era in fila insieme alla sorella all’esterno di uno dei ristoranti presi di mira dai terroristi ed è stato raggiunto da tre colpi, uno al polmone, uno alla coscia e infine uno al piede. La sorella, invece, è stata raggiunta ad un braccio. Tra i primi a soccorrerli è intervenuto il dottor Serge Simon, ex pilone dello Stade Francais. “La sua – scrive Barraud – è stata una presenza miracolosa”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza Sport Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE