Piacenza

Serie utile interrotta, il Pro Piacenza si inchina al Livorno. Non basta Bazzoffia

20 novembre 2016

LIVORNO-PRO PIACENZA (36)-1000

Termina con il punteggio di 3-1 la gara dell’Armando Picchi dove il Livorno piega il Pro Piacenza che paga a carissimo prezzo un primo tempo molto deludente, durante il quale gli amaranto passano al 16’, grazie alla staffilata dalla distanza di Marchi. Trascorrono sei minuti ed è raddoppio con Cellini, abile ad approfittare di un’azione insistita di Murillo che centra il palo. Solo nel corso della ripresa, arrivano segnali di vita dai rossoneri che riaprono i giochi con Bazzoffia. E’ un buon momento per il Pro che sfiora il pari ancora con l’ex Parma, ma ci pensa Murillo a mettere in ghiaccio il risultato, approfittando della dormita della retroguardia piacentina susseguente ad un calcio di punizione. Nel finale, Livorno che sfiora il 4-1 con Cellini per ben due volte: prima è un errore dell’attaccante a salvare il Pro, al 90’ è il palo ad evitare a Fumagalli la nuova capitolazione. Una sconfitta che pone fine alla serie utile dei ragazzi di Pea, ad una settimana dal derby con il Piace.

LIVORNO-PRO PIACENZA 3-1
MARCATORI
Marchi al 16′ pt, Cellini al 21′ pt, Bazzoffia al 6′ s.t., Murillo al 16′ s.t.
LIVORNO (3-4-1-2) Mazzoni; Gonnelli, Borghese, Gasbarro; Jelenic (dal 31′ s.t. Venitucci), Marchi (dal 43′ s.t. Bergvold), Luci, Lambrughi, Ferchichi (dal 15′ st Morelli); Murilo, Cellini. In panchina: Falcone, Romboli, Rossini, Toninelli, Gemmi, Maritato. All. Foscarini
PRO PIACENZA (3-5-2) Fumagalli; Calandra, Aspas, Bini; Cardin, Rossini (dal 19′ s.t. Musetti), Cavalli, Pugliese, Sane; Bazzoffia (dal 28′ s.t. Martinez), Pesenti. A disposizione: Bertozzi, Piana, Gomis, Martinez, Ferrara, Marra, Pozzi. All. Pea
Arbitro: Paolini di Ascoli

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE