Livorno-Pro Piacenza 3-0

Il Pro centra due pali, il Livorno sigla tre reti: rossoneri nei guai

29 ottobre 2017

Nuova sconfitta per il Pro Piacenza che, all’Armando Picchi di Livorno, regge soltanto un tempo, prima del terribile uno-due piazzato in avvio di ripresa dalla squadra di Sottil con Murilo e Doumbia che abbatte i rossoneri, sempre più inguaiati in graduatoria e nel pieno della zona play out. Una sconfitta per 3-0 contraddistinta da tanta sfortuna e da parecchie chance sprecate, una costante in questa prima parte di campionato per il Pro. Il Livorno, con questi tre punti, conquista la vetta della classifica.

Mister Pea disegna i suoi con il consueto 4-4-2, con Calandra e Belfasti a fungere da esterni bassi di difesa. Ancora Mastroianni al centro dell’attacco, Musetti e Abate partono dalla panchina.

Avvio a mille all’ora per i piacentini ad un passo dal gol con Bazzoffia che, ancora una volta, fallisce da due passi un’occasione clamorosa in totale solitudine. Alessandro ci prova con un gran tiro a giro, ma il gol proprio non arriva. I piacentini reggono comunque il confronto e all’intervallo si arriva sul punteggio di 0-0 che sta stretto ai ragazzi di Pea.

L’inizio del secondo tempo è però pessimo per Aspas e compagni: alla prima incursione, il Livorno passa in vantaggio grazie alla zampata mancina di Murilo che trafigge Gori sull’assist di Giandonato. Pro che non riesce a reagire e, al 13’, incassa il gol del raddoppio amaranto: molte proteste per un presunto fuorigioco di Doumbia che, sull’assistenza al bacio di Vantaggiato, batte Gori con un tocco sotto misura. Pea getta immediatamente nella mischia Abate al posto di Mastroianni, ma la difesa di casa chiude ogni spazio. Al 25’, rossoneri anche sfortunati con Aspas che, direttamente da calcio di punizione scoccato dai trenta metri, centra in pieno il palo. Cinque minuti dopo, altro montante: da azione d’angolo, è il colpo di testa di Belotti a spedire il pallone sul legno. E pochi istanti dopo, ecco il nuovo castigo, con Vantaggiato che, in diagonale fredda Gori al termine di un rapido contropiede: è il gol che chiude definitivamente la sfida.

La vittoria manca da troppo tempo che non vincono dalla prima giornata; l’opportunità per conquistare i tre punti domenica prossima in occasione della sfida interna con il Pontedera dell’ex Pesenti.

LIVORNO-PRO PIACENZA 3-0
MARCATORI Murilo al 2’ s.t., Doumbia al 13’ s.t., Vantaggiato al 34’ s.t.
LIVORNO (4-2-3-1) Polidori; Morelli (dal 25’ s.t. Gonnelli), Pirrello, Gasbarro, Franco; Giandonato (dal 25’ s.t. Bruno), Luci; Doumbia (dal 35’ s.t. Montini), Murilo (dal 35’ s.t. Maiorino), Valiani; Vantaggiato (dal 35’ s.t. Hadžiosmanović) . (Romboli, Marchi, Borghese, Gemmi, Ponce, Perez, Baumgarther). All. Sottil
PRO PIACENZA (4-4-2) Gori; Calandra (dal 15’ s.t. Messina), Belotti, Beduschi, Belfasti; Bazzoffia (dal 15’ s.t. Musetti), La Vigna, Aspas (dal 36’ s.t. Cavagna), Barba; Alessandro, Mastroianni (dal 15’ s.t. Abate). (Bertozzi, Cesari, Starita, Battistini, Monni). All. Pea
ARBITRO Proietti di Terni
NOTE Ammoniti Belotti e Gasbarro. Angoli 0-4

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE