Botta e risposta Grassi-Alessandro, buon punto esterno per i rossoneri

20 Marzo 2018

Prezioso punto conquistato sul campo di Pontedera dal Pro Piacenza che, dopo lo svantaggio firmato da Grassi, riesce a rimettere in piedi il match grazie al calcio di rigore trasformato da Alessandro nel finale.

Mister Pea deve rinunciare, almeno inizialmente ad Alessandro che paga alcuni guai ad un ginocchio; davanti spazio alla coppia Musetti-Abate.

È un primo tempo che vede il Pontedera far valere un discreto predominio territoriale, con il Pro che fatica a far valere il proprio possesso palla. Al 19′ si materializza la doccia ghiacciata: Grassi, direttamente da calcio d’angolo, indovina una traiettoria al veleno che inganna Gori e fissa il punteggio sull’1-0. La reazione rossonera si concretizza in un lungo ma sterile monologo che consente ai toscani di difendere senza patemi il vantaggio sino all’intervallo.

Ripresa e ovviamente Pea si gioca immediatamente la carta Alessandro che subentra a Belfasti. L’ingresso del fantasista dà maggiore vivacità all’attacco piacentino ma le occasioni latitano. Poco prima della mezz’ora un tiro dello stesso Alessandro si perde sull’esterno della rete, ma al 32′, l’incursione di Barba è stoppata da un fallo in piena area: calcio di rigore e ancora Alessandro, dagli undici metri, griffa l’1-1. Non accadrà più nulla fino al 90′.

Prossimo impegno per la squadra di Pea, sabato prossimo al Brianteo con il temibilissimo Monza.

PONTEDERA-PRO PIACENZA 1-1
MARCATORI
Grassi al 19′ p.t.; Alessandro su rigore al 32′ s.t.
PONTEDERA (3-5-2) Contini; Risaliti, Rossini, Borri; Posocco, Calcagni, Caponi, Spinozzi, Corsinelli; Grassi (dal 15′ s.t. Tofanari), Pinzauti (dal 38′ s.t. Maritato). (Biggeri, Marinca, Romiti, Pandolfi, Raffini, Gargiulo, Ferrari, Frare, Paolini). All. Maria
PRO PIACENZA (4-4-2) Gori; Calandra, Battistini, Belotti, Belfasti (dal 1′ s.t. Alessandro); Aspas, La Vigna, Barba, Ricci; Musetti (dal 43′ s.t. Cavagna), Abate. (Bertozzi, Cuccato, Cavagna, Starita, Frick, Messina). All. Pea
ARBITRO Massimi di Termoli

© Copyright 2023 Editoriale Libertà