Nuoto

Doppio oro per Giacomo Carini al Meeting Internazionale di Ginevra, nell’anno delle Olimpiadi

23 gennaio 2020

Straordinario e prestigioso risultato per Giacomo Carini. Nel pieno della stagione agonistica, infatti, il giovane nuotatore piacentino (tesserato per la Vittorino da Feltre e per il Gruppo nuoto Fiamme Gialle) si è messo in luce al 53° Meeting Internazionale di Ginevra, svoltosi nei giorni scorsi, conquistando due medaglie d’oro.

In un contesto agonistico internazionale di altissimo livello – con atleti provenienti da Italia, Svizzera, Francia, Austria, Spagna, Ungheria, Usa, Israele, Irlanda, Gran Bretagna, Algeria, Russia, Kazakistan, Scozia, Svezia, Portogallo e Principato di Monaco – Carini è sceso in vasca nelle sole gare dei 100 e dei 200 farfalla, salendo in entrambe le prove sul primo gradino del podio.  Vittoria tra scroscianti applausi nei 100 farfalla, gara caratterizzata da un avvincente testa a testa tra il nuotatore piacentino e l’elvetico Noè Ponti (Nuoto Sport Locarno); dopo aver virato ai 50 metri con l’eccezionale parziale di 25”,70, con un vantaggio di quasi due decimi di secondo, Carini ha chiuso la seconda frazione in 28”,73, staccando l’avversario di soli cinque centesimi di secondo, e fermando quindi il cronometro su 54”,03, suo miglior tempo stagionale.

Un successo che Carini ha poi replicato nei 200 farfalla, specialità in cui il giovane nuotatore piacentino eccelle a livello internazionale già da qualche anno: primo alla virata dei 50 metri, a quella dei 100 e dei 150 e arrivo in solitaria al tocco dei 200 metri con un crono di 1’58”,57, con oltre cinque secondi di vantaggio sulla medaglia d’argento. Una vittoria, quella conquistata da Carini nei 200 farfalla, che, seppur ottenuta con un tempo decisamente superiore a quello fatto segnare nel 2017 che gli valse il record italiano della specialità (1’55”,40), è comunque indicativa del suo ottimo stato di forma che sembra far ben sperare per questa importante stagione agonistica. 

Il prossimo obiettivo di Carini è rappresentato dai campionati italiani invernali assoluti, in programma a marzo; in quel contesto, il nuotatore della Vittorino da Feltre cercherà di conquistare non soltanto una medaglia tricolore, ma anche la qualificazione ai campionati europei a cui accederanno i primi tre classificati di ogni specialità. Ma il vero obiettivo stagionale è ovviamente rappresentato dalle Olimpiadi: per ottenere il pass, Carini dovrà nuotare i 200 farfalla in 1’55”,60, cioè due decimi di secondo in più rispetto al suo vecchio record italiano. Obiettivo ovviamente difficile, ma decisamente alla portata del nuotatore biancorosso che quest’anno potrebbe aggiungere un nuovo tassello al mosaico della sua già brillante carriera sportiva.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport