Motonautica, dopo lo stop i piloti piacentini ripartono nel weekend da Boretto Po

11 Giugno 2021

La nuova barca di Andrea Ongari nella F500

Conto alla rovescia ormai agli sgoccioli per i piloti di F500, F250 e F125. Si parte sabato 12 e domenica 13 giugno da Boretto Po, dopo una stagione di stop forzato causa Covid,  e mai come quest’anno si intravede un equilibrio quasi totale.

F500 – Adrenalina pura per la new entry Andrea Ongari che si tuffa in questa avventura con la consapevolezza che sarà durissima emergere sui livelli consacrati dello slovacco Jung, del polacco Zielinski, dell’estone Aabrams e  dell’austriaco Havas. Ancora infortunato e quindi assente lo slovacco Hencz (campione del mondo in carica) mentre debuttano in categoria il ceco Loukotka (fresco mondiale F350), il polacco Strumnik, il tedesco Kluge e l’ungherese Csako. Per chiudere, oltre al bulgaro Marinov, ci sarà anche il nostro Giuseppe Rossi pure lui tra i “big”, forte di una classe cristallina.

F250 – Senza Claudio Fanzini, inimitabile campionissimo, la squadra italiana o meglio piacentina gode dei favori del pronostici. I fratelli Alex e Max Cremona e il rientrante Marco Malaspina dovrebbero fare il vuoto salvo mine vaganti che potrebbero essere rappresentate dai tedeschi Hepner e Schmidt, dai bulgari Emilov ed Ivanov o dal russo Khrushchev che ha comprato la barca di Fanzini. Da temere anche l’eterno ungherese Bodor mentre l’abruzzese Pasquale Contento vestirà il ruolo di matricola terribile.

F125 – C’è il piacentino Luca Finotti intenzionato a bruciare le tappe e deciso ad assottigliare il divario nei confronti dell’americano Todd Anderson grande favorito della vigilia. Ma tanti avversari aspirano al colpaccio. In griglia i polacchi Kecinski, Kausa e Synorachi, i bulgari Stoyanov e Luibenov, gli estoni Peeba e Kaasik, lo svedese Vansten e il tedesco Trabizsch. E poi c’è il cremonese Mattia Ghiraldi sempre pronto a mettersi in gioco.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà