Motonautica: a San Nazzaro dominano il tedesco Hagin e il piacentino Finotti

02 Agosto 2021

Luca Finotti al primo posto

La 19° del “Grand Prix Motonautico del Po” organizzato ieri, domenica 1 agosto, dall’Associazione Motonautica San Nazzaro, incorona il tedesco Stefen Hagin nell’ambito della prima tappa del campionato italiano “open” di F2, e il monticellese Luca Finotti nella prova unica del campionato italiano Osy 400. Il piacentino Oleg Bocca si aggiudica invece la prima tappa del campionato italiano riservato alla GT30.

Per quanto concerne la gara di F2, l’inizio non è dei migliori poiché coincide con una partenza in sovrapposizione di scia che causa il rovesciamento della barca del monegasco Giacomo Sacchi. Il pilota è stato trasportato all’ospedale ma le notizie sulle sue condizioni sono più che confortanti. Alla ripartenza, subito riflettori puntati sul pilota tedesco Stefan Hagin (5 classificato nel mondiale F2 del 2019), che si trasforma nell’autentico dominatore della gara. Dopo essersi imposto nelle prove di qualifica, Hagin corre una bellissima e grintosa prova nella prima delle due manche in programma (16 giri). Alla partenza, il pilota tedesco chiude nella virata a valle il cremasco Tullio Abbate (campione italiano della F2 nel 2018) e manterrà la prima posizione fino al traguardo. Alle loro spalle, il friulano Luca Fornasarig ingaggia un bel duello prima con lo spagnolo Hector Sanz e poi con il francese Fabrice Boulier che, alla fine, avrà la meglio per il terzo posto.

Nella seconda prova, nuovo allungo alla partenza da parte di Hagin che già al termine del primo giro può contare su di un buon margine di vantaggio sul solito Abbate. Anche stavolta Fornasarig deve difendersi dagli attacchi di San e di Boulier: il francese ad un certo punto si ferma a causa di una noia al motore, ed è costretto al ritiro. Al traguardo, Hagin taglia per primo e si aggiudica così il primo posto di giornata, seguito da Abbate, secondo di giornata. Terzo posto per Fornasarig che, grazie ai punti raccolti con il quarto posto nella prima manche, si aggiudica il terzo posto di giornata. Questa è anche la classifica provvisoria, in attesa della seconda e ultima tappa in programma Viverone dal 3 al 5 settembre per l’attribuzione del titolo italiano.

Anche il campionato Italiano della Osy 400, in prova unica, vede un solo dominatore: il giovane monticellese Luca Finotti, portacolori della Motonautica San Nazzaro. In gara anche cinque giovanissimi debuttanti suddivisi tra i colori della Motonautica San Nazzaro e quelli della C&B Racing Team della presidentessa Iris Pagani. In entrambe le manche (la terza verrà annullata a causa del vento, ndc) la lotta per il podio coinvolge Finotti, il suo compagno di team, Mattia Ghiraldi da Cremona, e il milanese Fabio Bacco. La prima manche va a Finotti, seguito all’arrivo da Bacco e Gherardi. Quinto posto per il caorsano Andrea Pistello, sesto il cremonese Francesco Mineri, settimo un altro piacentino, Alessio Saponaro. Questo sarà anche l’ordine d’arrivo della seconda manche, con Bacco e Ghirardi a scambiarsi i posti. Il titolo italiano 2021 della Osy 400 va così a Luca Finotti.

La prima delle due tappe del campionato italiano GT30 se lo aggiudica il giovanissimo Oleg Bocca: figlio d’arte, papà Fabrizio vinse il mondiale di F1 nel 1992. Nella prima manche precede al traguardo Mauro Cavalloni e Cristian Spatole. Nella seconda ha la meglio su Cavalloni e su Davide Meneghello. Anche per questa categoria, la seconda e ultima tappa si correrà a Viverone all’inizio di settembre.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà