Motonautica, giornata nera: niente vittoria al Mondiale per Cremona e Rossi

05 Settembre 2021

Un guasto all’impianto elettrico dopo un paio di giri della seconda manche costa il titolo mondiale ad Alex Cremona sulle acque del lago di Jedovnice. Il pilota piacentino vince la prima manche in Repubblica Ceca ma non basta. La sfortuna ci mette lo zampino sotto forma di un guasto al motore e così Peter Bodor vince la seconda prova e vola al comando. Solo un miracolo nella terza manche potrebbe far rialzare Alex ma non c’è niente da fare. Bodor si piazza e vince il mondiale F250, Alex Cremona è buon secondo, sicuramente non baciato dalla fortuna. La classifica finale: Bodor punti 55, Cremona 50, Ivanov 47.
E peggio di così non poteva andare anche per Giuseppe Rossi che nella prima manche della F500 grippa il motore dopo un giro (quando era secondo) e nella seconda si ferma dopo tre giri (era in lotta con Jung all’inseguimento di Havas mentre Aabrams si era già fermato). Non resta che cercare di fare punti nell’ultima manche per alimentare speranze di podio mondiale. Ma la domenica è proprio nera e Rossi, con il motore di scorta, si ferma nuovamente: tre non classificati e 0 punti in classifica generale. Con Attila Havas vincitore di tappa, si infiamma la lotta al vertice (tra Jung, Aabrams e lo stesso Havas) mentre si fa complicata per non dire disperata la rincorsa di Rossi quantomeno al terzo gradino del podio.
Trasferta più che positiva invece per Andrea Ongari che colleziona un quarto e un quinto posto che valgono il quinto posto di tappa.

F125 – Gran colpo di scena finale con Sanna Aaslav Kaasik che ritorna regina. Deludente il polacco Luibenov (solo settimo) mentre il cremonese Mattia Ghiraldi è giunto quarto confermando il suo quinto posto in classifica generale.

Prossimo appuntamento a Cremona (18-19 settembre).

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà