Il Piacenza Rugby travolge Ivrea: il secondo posto è ora a portata di mano

30 Maggio 2022

Foto di Angela Petrarelli

Partita in discesa per l’Everest Piacenza nella sfida opposta ad un Ivrea che permane all’ultimo posto nella classifica del girone. La squadra di Federico Grangetto continua ad onorare il campionato fino all’ultimo, e sarà così anche in occasione dell’ultima gara stagionale, sempre al Beltrametti, con ospite il Bergamo.

Nell’ultima partita della sua lunga carriera, “Mago” Robuschi è il primo a far l’ingresso in campo, raggiungendo in solitaria la metà campo, ed è anche il primo ad aprire le marcature dei biancorossi con una meta al 3’, per poi ripetersi al 10’: scatenato. Il forcing biancorosso prosegue a gran ritmo: tre fasi in attacco conducono i padroni di casa fin sotto i pali ospiti, poi Crotti buca la difesa piemontese e realizza la terza meta dell’incontro. L’Ivrea si riprende dalla sfuriata piacentina, raggiunge i 22 metri avversari e dopo una rimessa laterale, vinta, innesca una maul avanzante conclusa in meta da Stefano Macrì . Ma al termine del primo quarto di gioco, gli avanti piacentini tentano una nuova sortita: l’arbitro fischia un calcio di punizione a loro favore, giocato velocemente da Mas che sfrecciando tra i difensori realizza la meta del punto di bonus. Poco dopo, l’ala argentina sfrutta la sua velocità per firmare la doppietta. Ancora un paio di attacchi da una parte e dall’altra, e termina il primo tempo. Termina, un minuto prima, anche l’ultima partita di Thomas Robuschi, lasciando il campo tra gli applausi del pubblico del Beltrametti.

Si va alla ripresa, con l’Ivrea che nonostante il pesante passivo si porta caparbiamente in avanti, mettendo alla prova la difesa biancorossa. I primi 20’ trascorrono senza marcature e con l’Ivrea a mantenere più possesso palla, poi l’iniziativa passa al Piacenza, a segno con Buccellari. Ed a questo punto il Piacenza torna a dominare, aggiungendo ancora tre mete con Nosotti (doppietta) e Bacciocchi per il definitivo 57-7. Buone notizie dalla Sardegna con l’Amatori Union Milano sconfitto dal Capoterra e che conclude il campionato a quota 62 punti: così domenica, nell’ultima di campionato, il Piacenza avrà l’opportunità di prendersi la rivincita sul Bergamo, vincitore nella gara di andata, e di chiudere la stagione al secondo posto.

EVEREST PIACENZA 57 IVREA 7

EVEREST PIACENZA: Robuschi (40’ Viani A.), Mas, Crotti (5’st Franchi), Sanchez (12’ st Castagnoli), Bertorello (12’ st Nosotti), Trabacchi J., Bacciocchi, Bonatti, Fornari, Casali Ale. (12’ st Buccellari), Benkhaled, Casali Alb., Battini (12’ st Rapone), Alberti M., Baccalini (24’ st Alberti A.). All: Grangetto

IVREA: Rabachino, De Lise S., Attye (32’ st Munoz), Ana, Beratto (28’ st Sanfilippo), Pavan, Meneghini, Del Toro, Forneris (20’st Villani), Barilli, Campanale (20’ st Marchi), Macrì L., Converso (28’ st Bellini), De Lise E. (26’ st Ciancio), Macrì S. (18’st Pipicella) All: De Meyer

Arbitro: Francesco Cagnin di Venezia; giudici di linea Gianluca Tavelli di Piacenza, Gigi Rigolli di Piacenza.

Note: ultima partita in carriera di Thomas “Mago” Robuschi

Marcatori: 3’ mt Robuschi (5-0); 10’ mt Robuschi tr Trabacchi J. (12-0); 13’ mt Crotti tr Trabacchi J. (19-0); 18’ mt Macrì S. tr Pavan (19-7); 21’ mt Mas tr Trabacchi J. (26-7); 33’ mt Mas tr Trabacchi J. (33-7); secondo tempo: 25’ mt Buccellari tr Trabacchi J. (40-7); 33’ mt Nosotti (45-7); 36’ mt Bacciocchi (50-7); 40’ mt Nosotti tr Trabacchi J. (57-7)

© Copyright 2022 Editoriale Libertà