Nuoto, al Trofeo Vittorino quinto posto da incorniciare per la società piacentina

20 Giugno 2022

Foto di Claudio Cavalli

Il quinto posto assoluto di squadra e il trionfo come rappresentativa, il record di iscritti e un ritorno alla normalità andato oltre le più rosee aspettative. Per questi e per altri motivi, la società Canottieri Vittorino da Feltre può festeggiare al termine del trofeo nazionale andato in scena in questo fine settimana.

La 40° edizione di uno degli eventi agonistici natatori più importanti del panorama locale ha chiuso i battenti ieri pomeriggio dopo due giorni di gare che hanno visto nella vasca olimpionica oltre 1.200 atleti provenienti da 36 società di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto e Liguria. Il calendario di competizioni ha visto protagoniste le categorie Esordienti A e B, Ragazzi, Junior, Cadetti e Senior, ossia dai piccoli di 8 anni ai più esperti oltre i 30, nelle gare dei 50, 100 e 200 stile libero, dorso, farfalla e rana, 200 misti e 400 stile libero.

La squadra della Vittorino, con una presenza di ragazzi dell’Activa Piacenza, si è aggiudicata il primo posto come maggiore rappresentativa. Il trofeo nazionale vero e proprio lo ha vinto la Nottoli Nuoto, davanti alla Swimming Club Alessandria e all’Acqua 13 Blu. In quarta posizione si è piazzata la Dds Rossa, quinta la Vittorino – che ha purtroppo risentito delle assenze dei suoi big Giacomo Carini, impegnato ai Mondiali di Budapest, e Leonardo Bricchi – sesta la Sporting Club 63, settima la Polisportiva Ticino e ottava la Bissolati Cremona. Vittorino sugli scudi anche per quel che riguarda l’assegnazione del “Memorial Angelo Alborghetti”, giunto quest’anno alla 25esima edizione in onore dell’ex delegato provinciale della Federnuoto, destinato come da tradizione a un tecnico che si è distinto nel corso della stagione sportiva per le proprie capacità: a meritarlo è stata Patrizia Lombardi, segretaria della Società Canottieri da ben 40 anni e che andrà in pensione tra pochi mesi.

La decima edizione del “Memorial Alberto Corti” per un giudice scelto dal gruppo ufficiali di gara è andato invece a Claudia Muzzi di Milano.

Più che il risultato sportivo in sé, il Trofeo nazionale Vittorino da Feltre ha rappresentato due giorni di festa con momenti di felicità condivisa: l’esempio più lampante è stato l’urlo di gioia da parte di tutti quando è arrivata la vittoria di Nicolò Martinenghi ai Mondiali nei 100 rana, un “amico” che proprio poche settimane fa è stato ospite della società piacentina. “Due giorni bellissimi – hanno commentato il presidente Gianluigi Tedesco e il consigliere del nuoto Daniele Chiappini – portare qui oltre 1200 atleti è una soddisfazione immensa, solo la Placentia Half Marathon ha più iscritti. Per noi questa era l’edizione della ripartenza dopo tre anni di stop per Covid, dobbiamo ringraziare i nostri cento ragazzi che compongono il gruppo squadra, e anche gli allenatori Gianni Ponzanibbio, Gianluca Parenzan, Filippo Caprioli, Emanuele Merisi ed Enrico Campolunghi per lo sforzo fatto nell’organizzare la manifestazione”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà