Motonautica, a Znin (Polonia) si riparte con l’Europeo F250 e con la super F500

24 Giugno 2022

Max Cremona, detentore del titolo europeo nella F-250

Dopo lo spiacevole ma logico rinvio della tappa di Boretto Po, il carrozzone della motonautica riparte da Znin (Polonia) con un appuntamento da cerchiolino rosso quale il campionato europeo in prova unica della F250. E poi, per restare con l’adrenalina a mille, seconda prova mondiale della classe F500.

F250 – Max Cremona è chiamato alla difesa del titolo. I numeri per centrare l’impresa ci sono tutti e Max, anche a Jedovnice, ha dimostrato di essere forte. Stavolta, a differenza del 2021, ci sarà Peter Bodor per cui le difficoltà aumenteranno a dismisura: ma super Max potrebbe concedere il bis. Sulla sua strada ci sarà anche il fratello Alex, destinato a crescere, e soprattutto Marco Malaspina che in questi giorni ha provato a fondo lo scafo trovando un assetto da urlo. Niente trasferta polacca per Pasquale Contento causa motivi di lavoro mentre l’inglese Turner dovrebbe confermarsi ai piedi del podio.

F500 – Nell’album dei ricordi più belli, c’è la terza manche di Andrea Ongari a Jedovnice. Una manche perfetta con mega sorpasso su Attila Havas: è da qui che deve riprendere la crescita inarrestabile di Ongari ormai tra i “top” della categoria. Dopo il tamponamento subìto da Jung in Repubblica Ceca, il nostro Giuseppe Rossi si ripresenta carico e voglioso di bruciare le tappe. Un campione del suo talento è in grado di qualsiasi impresa. Nel lotto degli ambiziosi, oltre ai già citati Havas e Jung, ci stanno anche l’estone Erko Aabrams (campione del mondo in carica), il polacco Marvin Zielinski e Robert Hencz, entrambi con imbarcazioni nuove.

Andrea Ongari in azione nella F500

Marco Malaspina

© Copyright 2022 Editoriale Libertà