Denis Lamberti, il calciatore salvato dai compagni: “A loro devo la vita”

19 Settembre 2022

“Dopo che ho ripreso conoscenza, la prima cosa che ho fatto è stata scrivere ai miei tre compagni di squadra: in certe situazioni non è facile rimanere lucidi, loro ci sono riusciti. Non posso fare altro che ringraziarli”.

Se l’è vista brutta Denis Lamberti, attaccante del CarpanetoChero che ieri pomeriggio, a Collecchio, negli istanti finali della partita tra la squadra piacentina e la compagine “Il Cervo” (campionato di Promozione), dopo aver segnato di testa il gol del definitivo 2-2 è stato colpito al capo da un calcio fortuito da parte di un difensore avversario. Il colpo ha provocato lo svenimento del giocatore, che si è accasciato a terra privo di sensi.

Non appena si sono resi conto di quanto stava accadendo, tre suoi compagni di squadra (Fabio Galli, Jeremy Boga e Nicholas Ballerini) non hanno perso tempo, applicando le manovre che hanno impedito al giocatore di rimanere soffocato inghiottendo la lingua. Pochi, veloci istanti che però hanno fatto la differenza. “In realtà mi sono sembrati minuti interminabili – confessa Fabio Galli – e solo quando Denis si è ripreso, scortato dall’ambulanza, abbiamo tirato un sospiro di sollievo. Sicuramente una domenica che non dimenticheremo”.

IL SERVIZIO A CURA DI MARCELLO TASSI E PAOLO BORELLA 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà