Il defibrillatore salvò suo padre, ora promuove torneo di padel per Progetto Vita

14 Novembre 2023

La solidarietà passa anche attraverso il padel, con un torneo benefico organizzato grazie alla volontà di Mario Ognissanti con l’obiettivo di dare un segno tangibile di riconoscenza a Progetto Vita. Il padre di Ognissanti fu colpito da arresto cardiaco e venne salvato con un defibrillatore.

“Siamo riconosciuti a livello Europeo come una delle città più cardioprotette, con defibrillatori salvavita che aumentano in maniera esponenziale su tutto il territorio piacentino grazie a Progetto Vita – spiega Ognissanti -. Uno di questi ha nel recente passato salvato mio padre e ho sentito sin da subito il dovere morale di sdebitarmi. Ho deciso di farlo con un evento dedicato allo sport e al padel, gioco di tendenza ed in grande crescita, a cui personalmente dedico tempo e energie, con la speranza, che tramite la mia testimonianza, di confermare l’utilità dei defibrillatori e quindi promuovere ulteriormente l’attività di Progetto Vita. Al centro Pianeta Padel ho avuto la possibilità di conoscere tante persone e nuovi amici che mi hanno spinto a proporre questo torneo con la finalità di raccogliere i fondi per donare a Progetto Vita un defibrillatore da destinare a un istituto scolastico di Piacenza.

“Siamo ben consapevoli dell’importanza dell’associazione Progetto Vita sia in termine di educazione alla salute che di prevenzione della morte per arresto cardiaco – proseguono Valter Bulla, sostenitore dell’iniziativa, e i titolari di Pianeta Padel, Andrea Marchi e Matteo Repetti – . Come società e come statuto siamo da sempre impegnati nel mondo del sociale e della solidarietà e poter partecipare ad un’iniziativa del genere ci rende molto felici”.

Poter inserire questo torneo sportivo tra le iniziative che festeggiano i 25 anni di Progetto Vita ci rende felici – sono le parole di Daniela Aschieri, presidente di Progetto Vita , – di soprattutto perché voluto da un figlio che ha visto il proprio padre salvato da un arresto cardiaco grazie all’utilizzo di un defibrillatore. Inoltre con il ricavato del torneo che ci verrà devoluto dagli organizzatori e sponsor copriremo il costo di una nuova postazione con un defibrillatore automatico di ultima generazione per una scuola materna di Piacenza, consentendoci di implementare ulteriormente il nostro impegno nel “Progetto Vita Ragazzi” nelle scuole: insegnamento del primo soccorso all’arresto cardiaco sul territorio con il defibrillatore”.

Questo progetto ha ricevuto recentemente il plauso anche del Ministro alla Salute Orazio Schillaci durante la presentazione a Montecitorio da parte di Daniela Aschieri, seguita da una prova pratica sull’utilizzo del defibrillatore da part e di una scolaresca di Piacenza.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà