Bleech Festival da tutto esaurito per Dargen D’Amico. E il bis è “Dove si balla”

03 Settembre 2022

Dargen D’Amico nello scatto di Federico “Kitoworld” Tonelli

L’artista con gli occhiali da sole arriva in una Faggiola da tutto esaurito e con numeri che non si vedevano da tempo. Per il il ritorno in grande stile dopo tre anni del “Bleech festival” all’antica corte agricola di Gariga, il cantautorap Dargen D’Amico si presenta con una camicia coloratissima con le stampe dei bolidi Ferrari e dice di voler parlare al pubblico. Al punto che quando gli chiedono di fare gli auguri di buon compleanno a Rebecca, di Piacenza, lui la fa salire sul palco e improvvisa così “Stasera Piacenza ti amo”.

Propone anche note intime in stile “niente è per sempre”, vie traverse, lontane dalle piste battute, un omaggio a Patty Pravo, poi aggiunge convinto “Questa è la serata più bella degli ultimi mesi”. Dalla variazione della classica al flow nel rap, il 42enne prova la strada del rapper intellettuale anche colto, un menestrello tragicomico che canta “cadono se non le tengo in testa le persone”. E infine fa ballare tutti con “Dove si balla” (sarà neanche a dirlo il bis), arrivata quest’anno nona al Festival di Sanremo ma incoronata di sicuro tormentone estivo alle feste.

Ad anticipare il cantautore gli altrettanto promettenti Temacro e Teeepeee. Stasera, sabato, si torna alla Faggiola con Bnkr44, Memento, Nicolaj Serjotti, Manfredi. Alle 18 laboratorio di ecostampa botanica, e alle 17 Nataraja Yoga e dj set. Domani, domenica, alle 16 laboratorio di cianotipia e alle 18 laboratorio dedicato ai primi piacentini. Si esibiscono sul palco Gazebo Penguins, Marco Fracasia, Visconti, Clauscalmo.

Il Festival del tutto ecologico alla Faggiola, voluto da Propaganda 1984 tra musica, degustazioni di vino, street food, mercatini, laboratori a ingresso gratuito è all’insegna quest’anno delle “nuove euforie”, cioè ritrovare se stessi nell’aggregazione. Intanto l’obiettivo di stare insieme è già raggiunto.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà