Marce e Trail

Correre in Libertà: weekend “da lupi” in Val Nure e una marcia lungo il Po

29 novembre 2018

Una marcia nella pianura lungo il Po o una due giorni “da lupi” su e giù per le montagne della Valnure? Gli appassionati di corsa e camminate in questo fine settimana nel Piacentino potranno scegliere fra due appuntamenti molto diversi tra loro.

Domenica 2 dicembre a Roncaglia andrà in scena la seconda edizione della “Marcia della fedeltà”. Ad organizzare questa manifestazione non competitiva è la Fiasp (Federazione italiana amatori sport per tutti) che ha preparato tre percorsi ad anello di 6, 10 e 15 chilometri. Si parte dalla sede del circolo Anspi, vicino alla chiesa, e si corre verso l’argine del Po fino a Mortizza. “percorsi sono tutti in piano, su asfalto e strade bianche”, spiega Giovanni Pagani della Fiasp.

L’orario di partenza è libero, dalle 8 alle 9. Ci saranno premi per i gruppi più numerosi, ma anche per i marciatori più assidui. Verranno consegnati, infatti, i premi del Concorso Fedeltà Fiasp. “Diamo un riconoscimento a chi partecipa ad almeno 10 delle oltre 80 marce che organizziamo durante l’anno – dice Pagani -. I premiati stavolta saranno circa 250”.

Il sapore di un festoso saluto all’anno podistico che si sta chiudendo l’avrà anche il Wolf Winter Weekend, una due giorni interamente dedicata a corsa in montagna e trekking che andrà in scena al rifugio Stoto di Selva di Ferriere. Il weekend “da lupi”, arrivato alla settima edizione, è organizzato dall’associazione sportiva Passport in collaborazione con il Gaep (Gruppo alpinisti escursionisti piacentini).

Due gli eventi principali in programma. Si parte sabato 1 dicembre, alle cinque del pomeriggio, con una prima escursione di circa 12 chilometri, dal rifugio fino in cima al monte Carevolo. “Partendo tardi, una parte del percorso la faremo al buio e chi viene dovrà portare una lampada frontale – avverte Andrea Bassi, uno degli organizzatori – Faremo comunque due gruppi: chi vuole potrà anche correre, gli altri faranno una semplice passeggiata”.

Ci si muoverà in due gruppi anche il giorno dopo, domenica, quando – alle 9.30 – si partirà per un secondo giro, più impegnativo, di circa 20 chilometri, fino ai monti Maggiorasca, Bue e Nero. “Le previsioni del tempo sono favorevoli – dice Bassi, che però fa una raccomandazione. – Ci vuole un abbigliamento adeguato a proteggersi dal freddo. Ci muoviamo pur sempre tra 1.400 e 1800 metri di quota”. Il weekend prevede una cena in rifugio al sabato sera e un pranzo, sempre in rifugio, alla domenica. Si può anche dormire al rifugio Stoto la notte di sabato. Le iscrizioni sono aperte a tutti, basta contattare gli organizzatori via telefono (3495772093 o 3386105760) o via mail ([email protected]).

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Sport

NOTIZIE CORRELATE