Su Telelibertà

Di Battista a Zona Calcio: “Il Piace può battere l’Imolese sul piano fisico”

27 maggio 2019

Grande organizzazione difensiva, ma poca fisicità che si potrà tentare di sovrastare. Pregi e difetti dell’Imolese secondo Simone Di Battista. Il direttore sportivo del Fiorenzuola Calcio è stato l’ospite principale della puntata di lunedì 27 maggio di Zona Calcio, nella prima parte del programma condotto da Corrado Todeschi e Laura Fregoni, con i giornalisti Paolo Gentilotti, Michele Rancati e Marco Villaggi. Come era giusto che fosse, si è parlato del prossimo avversario del Piacenza nei playoff visto che la gara di andata è ormai imminente, domani sera la trasferta a Imola. Di Battista conosce bene Dionisi, mister dell’Imolese, quando era allenatore del Fiorenzuola, “penso che non cambierà modo di giocare, la sua filosofia è il fraseggio palla a terra diversa da quella del Piace, due maniere differenti di intendere il calcio però comunque vincenti. Vediamo, non sarà facile capire che tipo di partita potrà essere. Una delle qualità maggiori di Dionisi è la grande organizzazione difensiva, ha migliorato molto i suoi difensori”.

I biancorossi, dal canto loro, “hanno ottima qualità davanti, in particolare Ferrari e Terrani possono essere la coppia ideale per metterli in difficoltà, il primo può portarsi a spasso la difesa da solo e il secondo ha inventiva da vendere”. Non si può ancora capire se si andrà verso il 4-3-3 o il 3-5-2, date le assenze che purtroppo avrà Franzini, ma secondo Di Battista “si può dare loro fastidio mettendo pressione ai primi costruttori di palla. Non so quale possa essere il modulo ideale per affrontarli però Franzini l’avrà studiata sicuramente molto bene la gara e saranno fondamentali i duelli nell’uno contro uno, inoltre il Piacenza ha grande fisicità e può sfruttare i calci piazzati. Avranno poca pressione a differenza dei biancorossi ed entusiasmo, ma anche stanchezza per le partite giocate”. Su Dionisi, “sono molto orgoglioso per quanto sta facendo e penso proprio che fra qualche anno lo vedremo in altri palcoscenici”. Giocatori molto pericolosi saranno “Carraro e Belcastro”, mentre per quanto riguarda i biancorossi è “Della Latta l’elemento fondamentale. Penso comunque che il Piacenza sia una squadra di qualità, ritoccata in maniera ideale a gennaio e per questo bisogna dare i giusti meriti alla società”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport Telelibertà

NOTIZIE CORRELATE