Impresa del Pro: fermato l’Alessandria dei miracoli. Barba replica a Vitofrancesco

20 Febbraio 2016

20160220-202728.jpg

Un altro pari per il Pro Piacenza, ma al contrario dell’1-1 rimediato sabato scorso con la Giana Erminio, l’identico risultato ottenuto con l’Alessandria vale quanto una vittoria. Al cospetto di una squadra di caratura tecnica nettamente superiore e che il prossimo 1 marzo contenderà al Milan l’accesso alla finale di coppa Italia, i ragazzi di Viali reggono bene nella prima mezz’ora, ma sono castigati da un contropiede micidiale che Vitofrancesco finalizza con un destro secco che sembra il preludio ad un match di pura sofferenza.

Nel Pro non c’è Alessandro che resta in panchina fino al termine del match. La svolta arriva ad inizio ripresa: Rantier, lanciato a rete, è steso da Sirri che viene così espulso. Viali getta nella mischia anche Speziale per uno spento Orlando. Il Pro ci crede e, al 75′, il giovane centrocampista Gianluca Barba è il più lesto a recuperare il pallone respinto dal portiere avversario sulla punizione di Rantier. Partita che diviene senza respiro con entrambe le squadre a caccia della rete da tre punti. Nei minuti finali viene espulso anche il rossonero Calandra per un intervento falloso mentre Marconi spara su Fumagalli un pallone che rischia di trasformarsi nel colpo del ko per i rossoneri. Questa volta però, Bini e soci raccolgono quanto si sono meritati.

Un punto che consente al Pro di replicare alla clamorosa vittoria del Renate sulla Reggiana: ora è bagarre per evitare i play out, con le due compagini salite a quota 25 punti al pari del Cuneo che domani sarà in campo a Mantova per un’altra sfida salvezza da brividi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà