Piacenza

Matrimoni civili, Palazzo Farnese potrebbe perdere l’esclusiva

3 ottobre 2012

Palazzo Farnese potrebbe perdere l’esclusiva della celebrazione dei matrimoni civili

Sposarsi con rito civile a Palazzo Farnese potrebbe non essere più obbligatorio. Se si realizzerà il progetto del Comune, le nozze saranno consentite anche in ville e dimore storiche. Magari richiamando coppiette e invitati da altri territori.
La giunta sta studiando un provvedimento che consenta di convolare a nozze di poterlo fare non solo nel salone Pierluigi, ma dove preferiscono. Ovviamente a patto che siano luoghi all’altezza dell’evento e adeguatamente attrezzati.
“Ci stiamo lavorando da diversi mesi – spiega l’assessore Katia Tarasconi – e non è un iter semplice, ma insistiamo, per andare incontro alle esigenze di molti. Palazzo Farnese come location è meravigliosa, ma ad esempio non può ospitare i banchetti. E al sabato pomeriggio e alla domenica è chiuso. Non solo: dal Basso Milanese abbiamo ricevuto diverse richieste di coppie che vogliono sposarsi nel nostro Comune. Ora non possono, ma pensiamo in futuro l’impatto positivo che potrebbe avere l’arrivo di 200 invitati che si fermano poi per conoscere Piacenza”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE