Piacenza

Crisi, a Piacenza perse 177 imprese artigiane in un anno

16 novembre 2012

Il dato è stato fornito dalla Camera di Commercio. A fine giugno il gruppo delle imprese artigiane a Piacenza contava 9.160 soggetti: a fine settembre era sceso ulteriormente a 9.137 aziende. è questo invece il risultato del confronto tra la consistenza delle imprese artigiane al 30 settembre 2011 e al 30 settembre 2012. Meno 1,9 punti percentuali è la grandezza di questa variazione che rappresenta un segnale piuttosto chiaro sulla dinamica che investe il comparto.

In questo lasso temporale sono risultate novantanove in meno le imprese nel settore dell’edilizia,45 inquello delle manifatture, 31 nei trasporti e 20 nelle riparazioni e commercio.

 

Se ci ferma ad osservare quanto è accaduto nell’arco dei primi 9 mesi del 2012 si rileva che le iscrizioni (432 in tutto) di sono concentrate ancora nel settore delle costruzioni (211) e del manifatturiero (76), ma in questi stessi settori vi sono state numerose cessazioni (304 nelle costruzioni e 108 nelle manifatture). Nel corso dei primi 9 mesi dell’anno le cessazioni di imprese artigiane hanno sopravanzato le iscrizioni per 148 unità. La differenza tra iscrizioni e cessazioni risulta positiva solo in tre settori: Noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese (+15 il saldo tra iscritte e cessate), Attività dei servizi di alloggio e ristorazione (+11) e Servizi di informazione e comunicazione (+4).

Il tasso di crescita delle imprese artigiane piacentine ha quindi un segno negativo e valore pari a 1,59 punti percentuali.

 

Il comparto non sta molto meglio nelle città con cui ci confrontiamO: -3,4% a Lodi, -2,05% a Cremona, -1,37% a Parma, giusto per indicare alcuni esempi.

Nel contesto nazionale la riduzione si è fermata a 0,87 punti percentuali.

 

 

Assume i connotati dell’impresa artigiana il 29% circa delle imprese registrate a Piacenza: sono 4 i settori che vedono le imprese artigiane superare il 50% della consistenza settoriale. Si tratta delle altre attività dei servizi (servizi alla persona, principalmente) ove gli artigiani sono l’85,64% del totale, le costruzioni (76,39%), i trasporti e magazzinaggio (64,23%) e le attività manifatturiere (58,2%).

Sono complessivamente 11.781 le persone titolari di cariche nelle imprese artigiane 9.589 sono maschi, le restanti 2.192 femmine.

 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE