Piacenza

Putzu: “Lascio il Pdl, troppe delusioni”. La replica: “Si dimetta”

24 novembre 2012

AGGIORNAMENTO DELLE 12:30

Pdl: “Putzu se coerente si dimetta da consigliere in quanto eletto con il Pdl”

Il Pdl prende atto delle dimissioni del consigliere Putzu:  “Ognuno é libero di agire come crede, non vogliamo fare polemiche ma per coerenza chi viene eletto con un partito e poi lo lascia dovrebbe lasciare l’incarico” è questa l’opinione condivisa dal gruppo consiliare che si è riunito alla sede di via XXIV Maggio”. Il capogruppo Marco Tassi ha aggiunto: “Ci sarebbe piaciuto se ci fosse stato comunicato non dalla stampa ma direttamente dal consigliere Putzu, comunque non vogliamo alimentare polemiche”. L’onorevole Foti, coordinatore provinciale del Pdl, ha illustrato lo scambio di sms con Putzu e ha rievocato un episodio avvenuto durante le riunioni per scegliere i candidati. “Avevamo proposto il consigliere Mazza ma durante la riunione alcuni dissero che Mazza avrebbe usato il partito come taxi per essere eletto e poi lo avrebbe lasciato, per questo mi assunsi l’onere di non candidare Mazza, Putzu dovrebbe lasciare l’incarico anche perchè la civica “Piacenza che verrà” non si era candidata alle elezioni”.

Il primo dicembre il Pdl annuncia che tornerà in piazza Cavalli con un comizio in programma alle 18: “Vogliamo tornare a parlare alla gente – ha illustrato il capogruppo Tassi – vogliamo spiegare l’immobilismo di questa amministrazione e quello che sta succedendo in politica a livello nazionale, ci sono partiti che vogliono il caos e l’anarchia” ha concluso. Foti si è detto in disaccordo con l’ipotesi di una nuova lista guidata da Berlusconi.

 PUTZU LASCIA IL PDL

“Per me il tempo della speranza e della fiducia si è concluso, il Pdl è pieno di indagati e macchiette dello spettacolo”. Con queste parole Filiberto Putzu, consigliere comunale in quota Pdl, ha dato l’addio definitivo al partito, a cui non risparmia dure critiche.

“Nasco civico e torno ad esserlo”, ha spiegato il consigliere che da tempo ha aderito alla lista “Piacenza che verrà”, di cui sarà rappresentante nel gruppo misto del consiglio comunale.

Si attende a breve la replica del Pdl.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE