Piacenza

Tarasconi, sms pro-Renzi dal cellulare comunale: “Per errore”

27 novembre 2012

La volata finale che porta alle Primarie di domenica prossima si fa sempre più intensa e i vari comitati a sostegno di Pierluigi Bersani e Matteo Renzi stanno moltiplicando gli sforzi. Una sfida molto sentita anche a Piacenza, dove la rivalità sta creando molta tensione. Oggi un sms che invita a portare 10 amici a votare Matteo Renzi è partito dal telefono di servizio, ossia pagato dal Comune, dall’assessore Katia Tarasconi. Il testo è esplicito: “Ciao, domenica si vota alle Primarie. Io sostengo Matteo Renzi, se ci credi anche tu ci aiuti a trovare 10 persone che vogliono votarlo? Le iscrizioni saranno aperte giovedì e venerdì. Conto su di te”.
La diretta interessata, raggiunta telefonicamente, ha ammesso la circostanza, ma ha precisato con molta enfasi che si è trattato di un errore e che si dice pronta a restituire i pochi centesimi di costo al Comune domani stesso. Identica giustificazione per un analoga situazione verificatasi nel settembre scorso, quando sempre dal telefono di servizio la Tarasconi inviò un sms per invitare a partecipare alla festa del Pd di bastione Borghetto in occasione della visita di Renzi.
In sua difesa si è speso in prima persona anche il sindaco Paolo Dosi: “E’ inopportuno che partano messaggi privati da un telefono comunale, ma nel nostro lavoro quotidiano, dato che abbiamo tutti due telefonini, capita anche di utilizzare quello privato per fini pubblici. In ogni caso si tratta di un uso molto limitato e che non può assolutamente mettere in discussione la buona attività amministrativa di un’assessore”.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE