Fellegara: “Rodotà presidente perfetto, ma il Pd non si spacchi sul suo nome”

20 Aprile 2013

Stefano Rodotà e Anna Maria Fellegara

Stefano Rodotà, proposto dal Movimento 5 Stelle, resta in corsa per la Presidenza della Repubblica, anche se non tutto il Partito democratico lo vuole sostenere. A Piacenza c’è chi lo conosce bene per averci lavorato gomito a gomito nell’organizzazione del Festival del Diritto. E’ Anna Maria Fellegara, ex assessore comunale e democratica in quota Matteo Renzi: “Per capacità, serietà, sensibilità ed esperienza – afferma – Stefano Rodotà sarebbe un perfetto presidente della Repubblica, perchè agirebbe con grande senso delle istituzioni e sarebbe una garanzia per tutte le forze politiche. Ovviamente per me sarebbe giusto che anche il Pd lo sostenga”. Anche a costo di spaccarsi? “No – risponde la Fellegara, che proprio ieri ha parlato al telefono con Rodotà – penso che sia più importante che il partito vada avanti, ovviamente cambiando al più presto rotta, sintonizzandosi con il volere dei cittadini, in primis dei suoi elettori. Meglio un Pd forte che Rodotà presidente. Anche se i due fattori per me non sono incompatibili, anzi”. Se Rodotà venisse eletto direbbe però addio al Festiva del Diritto: “Scherzando ci siamo detti che per la prima volta avremmo il discorso inaugurale fatto dal Presidente della Repubblica in carne e ossa a Piacenza e non in video”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà