Piacenza

Servizio anziani Asp tutto pubblico, via libera della giunta Dosi

13 marzo 2015

 

Vittorio Emanuele

Decisivo passo in avanti da parte della giunta Dosi per il ritorno in mano pubblica di tutto il servizio anziani dell’Asp Città di Piacenza, dunque anche del “pezzo” che oggi, all’interno dell’ospizio Vittorio Emanuele, è gestito da Coopselios e Aurora Domus. Il primo luglio, ossia dalla scadenza dell’accreditamento provvisorio delle due coop, non si procederà dunque all’accreditamento definitivo, ma si avvierà la gestione diretta dell’Asp, quindi del Comune.
Le motivazioni sono di due tipi, a cominciare da un controllo diretto sulla qualità del servizio, che proprio nelle scorse settimane era stata al centro di una polemica interna alla maggioranza di centrosinistra, dove peraltro non sono mancate anche le voci critiche per questa totale ripubblicizzazione. Secondo aspetto: “Nei prossimi anni – spiega l’assessore al Welfare, Stefano Cugini, al termine della giunta di oggi – il Comune dovrà farsi carico di una quota sempre crescente del disavanzo dell’Asp Città di Piacenza: per l’anno in corso è previsto il 25 per cento di 1,6 milioni, vale a dire per noi 400mila euro. La percentuale diventerà il 50 per cento nel 2016 e salirà ancora negli anni successivi, dunque vogliamo avere assoluto controllo sulla gestione, in previsione proprio di questo impegno economico”.

La pratica dovrà passare in commissione e poi in consiglio comunale, dove l’opposizione promette battaglia

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE