Un palazzo ispirato a De Chirico per la riqualificazione ex Unicem

12 Aprile 2017

Si ispira a un’opera di De Chirico il progetto, firmato dagli architetti Alberto Scognamiglio e Carlo Solenghi, che la Unical spa ha presentato al Comune di Piacenza per l’area di via Conciliazione, a ridosso della rotatoria con corso Europa, dove la giunta Reggi sognava di realizzare il palazzo unico degli uffici comunali.

Il progetto ha già ottenuto un primo via libera dell’amministrazione comunale, che ora attende la proposta di variante urbanistica che sarà avanzata dall’investitore privato. Una pratica che poggia su una sorta di scambio, con il Comune che consentirebbe alla Unical di spostare in quell’area i diritti edificatori vantati su un vicino lotto, il quale a sua volta diventerebbe di proprietà pubblica e sarebbe trasformato in un bel giardino a spese della stessa Unical. Non solo, passerebbe al Comune anche la palazzina che ospitava gli uffici amministrativi dell’ex cementificio Unicem, sempre nel complesso della Baia del Re.

A convincere l’amministrazione ci sarebbero questi elementi (Unical avrebbe comunque il diritto di realizzare un palazzo in quella zona), ma anche la peculiarità del progetto: il palazzo avrebbe forme e dimensioni molto moderne, con una “forte caratterizzazione architettonica” che potrà fungere anche da elemento di “identificazione del quartiere”, come indica lo stesso Comune. Inoltre, viene definito “evoluto dal punto di vista della sostenibilità ambientale e in grado di realizzare una ricucitura urbana fra l’estremità nord-occidentale del comparto”.

Il progetto prevede un auditorium da 306 metri quadrati in un piano interrato, uno spazio commerciale al piano terra e 9.500 metri di uffici divisi su 14 piani, oltre a due parcheggi interrati da duemila metri quadrati ciascuno e 26 posti auto al piano terra.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà