Dipinto ritrovato

Ricci Oddi, preparativi per il ritorno del “Ritratto di Signora”. Ferrari: “Contatti con la Fondazione Klimt”

2 febbraio 2020

Le parole d’ordine sono sicurezza e valorizzazione. Il cda della galleria d’arte moderna Ricci Oddi e il Comune di Piacenza stanno lavorando per il ritorno a casa del “Ritratto di Signora” di Gustav Klimt, il dipinto sottratto dall’edificio di via San Siro ventitré anni fa e ritrovato in una botola del giardino della galleria stessa, il 10 dicembre scorso. Poco più di un mese dopo i tre esperti nominati dalla procura decretarono l’autenticità del dipinto. Ieri, sabato 1 febbraio, è arrivata la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati di tre soggetti, due per ricettazione e uno per furto.

“Siamo in attesa della chiusura delle indagini, il Klimt dovrebbe tornare in tempi brevi – fa sapere Massimo Ferrari, presidente della Galleria Ricci Oddi –, al momento stiamo organizzando gli aspetti legati alla sicurezza e alle assicurazioni. Per la valorizzazione abbiamo costituito un team di lavoro. Abbiamo scritto anche alla Fondazione Klimt di Vienna e ci hanno risposto positivamente”.

L’arte è sempre più protagonista nell’area tra via San Siro e via Santa Franca dove ha inaugurato ieri il nuovo spazio XNL con la mostra “La rivoluzione siamo noi” dedicata all’arte contemporanea.

 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE