Emergenza Coronavirus

Imprenditori ed esercenti, nuove regole e divieti “Ora va tutelata la salute”

9 marzo 2020

Un’emergenza mai vista prima anche per imprenditori, esercenti e commercianti. La nuova zona rossa impone per tutti regole e limitazioni senza precedenti.  Alberto Rota, presidente di Confindustria Piacenza, conferma che il lavoro non si ferma: “I mezzi di trasporto possono viaggiare, come pure i lavoratori che devono spostarsi da un comune all’altro, da una provincia all’altra perché hanno ragioni di comprovate esigenze lavorative”. Cristian Camisa, vicepresidente nazionale di Confapi, aggiunge che sempre più aziende piacentine hanno messo i dipendenti in condizione di lavorare da casa grazie a internet e alle nuove tecnologie digitali.

Un contraccolpo serio per l’economia arriva dallo stop a bar, pub e ristoranti che devono chiudere alle ore 18 in base alle nuove restrizioni. Cristian Lertora, presidente Fipe (Confcommercio), invita a il buonsenso: “È giusto che in questo momento prevalga l’interesse alla salute pubblica”.  Confcommercio invita tutti a rispettare le precauzioni previste dal governo, tuttavia molti esercenti hanno approfittato per mettersi in ferie forzate ed abbassare la serranda.
“Nel mio locale – conclude Lertora – ho tolto tavoli e alcune sedie per creare una situazione di distanza tra i clienti e ho fatto in modo che non vi siano persone ferme davanti al bancone. Naturalmente all’ingresso siamo provvisti di disinfettante per le mani”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza