Klimt, conto alla rovescia per il ritorno. Il Comune cerca candidati per il cda

24 Novembre 2020


A distanza di oltre 23 anni dal furto, sabato 28 novembre il “Ritratto di Signora” di Gustav Klimt ritornerà a casa. In quella giornata, le porte del salone d’onore della galleria d’arte moderna Ricci Oddi si apriranno per accogliere l’opera sottratta nel febbraio 1997 e ritrovata in una botola del giardino della galleria stessa il 10 dicembre del 2019. A causa delle limitazioni imposte dal decreto ministeriale contro il contagio da Coronavirus, il ritorno del Klimt sarà a porte chiuse ma in diretta streaming dalle 11 sul sito della galleria. Nei locali di via San Siro è in corso l’allestimento in vista del grande rientro. Saranno presenti oltre al cda anche i rappresentanti della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della Banca di Piacenza. Invitati il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi. L’opera sarà rivolta verso l’interno della galleria e al termine del progetto verrà spostata nella sala degli Stranieri che la ospitava in origine. Nel frattempo si è costituito il comitato scientifico, tra gli esponenti di spicco anche Gabriella Belli, direttore dei Musei civici di Venezia.

Nel frattempo sul sito del Comune di Piacenza è stato pubblicato l’avviso per la presentazione di candidature per la nomina di due componenti del consiglio di amministrazione della galleria di via San Siro.
L’articolo 5 dello statuto della Galleria prevede che il cda sia formato da sette componenti di cui due nominati dal Comune di Piacenza e che lo stesso duri cinque anni. L’attuale cda si era insediato il 14 dicembre 2015 e scadrà il 13 dicembre 2020. Gli attuali consiglieri indicati dal Comune sono Massimo Ferrari (presidente) e Giovanni Giuffrida.

Le candidature possono essere proposte da consiglieri comunali e cittadini iscritti nelle liste elettorali del comune. I candidati devono possedere i requisiti relativi all’articolo 55 comma 1, del decreto legislativo 267/2000.
Le domande vanno inoltrate entro le 12 del 7 dicembre 2020.

ALTRI DETTAGLI IN EDICOLA CON LIBERTÀ

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà