Premio Cat, record di iscritti. Si apre la fase finale con le premiazioni

06 Febbraio 2021

La quarta edizione del Premio Cat di critica cinematografica, dedicata alla memoria del giornalista Giulio Cattivelli, promossa da associazione Cinemanici e sostenuta da Editoriale Libertà e Fondazione di Piacenza e Vigevano, sta avviandosi in queste settimane alla fase finale, quella delle premiazioni, raggiungendo il record assoluto di partecipanti con ben 226 iscritti, giovani tra i 16 e i 25 anni di età. “Il dato è sorprendente – ha spiegato Piero Verani, presidente Cinemaniaci – pensavo che avremmo avuto un calo fisiologico dovuto alle difficoltà della distribuzione cinematografica, alla chiusura delle sale per molti mesi, al disorientamento personale e collettivo della popolazione per la pandemia. Invece, le recensioni sono arrivate, quasi in contemporanea verso la fine, ma sono arrivate. I testi giungono soprattutto da Emilia-Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Toscana, Puglia e Campania. Piacenza è la città più rappresentata, dato che sorprende perché in genere le grandi città universitarie avevano il primato negli anni scorsi. Dopo la nostra città finalmente in vetta ci sono Roma, Milano, Torino, Pavia, Lodi, Bologna, Firenze, Palermo tra le più attive. La maggior parte dei ragazzi che hanno mandato recensioni studiano all’università di Bologna. I liceali sono meno numerosi e quasi tutti del Liceo Gioia di Piacenza”.

Oltre a esperti di cinema e critica cinematografica, il Premio Cat 2020 ha fatto accomodare in giuria, presieduta da Mauro Gervasini firma storica di Film TV, esponenti del mondo piacentino della cultura e dell’arte. Tra loro il regista Andrea Canepari impegnato in questo periodo sul set della nota serie TV “Il Paradiso delle signore”, che ha così descritto la sua esperienza di giurato alle prese con recensioni piuttosto eterogenee, suddivise in quattro diverse categorie: “Un’esperienza stimolante – ha commentato Canepari – che mi ha permesso di capire quanta passione circoli tra le nuove generazioni, una passione che sanno ben indirizzare verso la Settima Arte”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà