Al teatro Gioia di Piacenza le prove di “Scoppiati”: la storia speciale di un palloncino

05 Maggio 2021

Teatro Gioco Vita ha deciso di produrre lo spettacolo “Scoppiati”. Nei giorni scorsi, appena le riaperture l’hanno permesso, l’ex allievo Giacomo Occhi e l’ex docente Beatrice Baruffini, ora regista, hanno trascorso alcuni giorni a lavorare insieme, in presenza, grazie al centro teatrale piacentino. Si tratta di una storia ironica e poetica, concreta e surreale, senza parole, sulla vita speciale di un palloncino ordinario. “Perché la vita di un palloncino – si legge nella presentazione – scorre sempre uguale, giorno dopo giorno. Nulla lo riempie per davvero. Finché a un certo punto si gonfia d’amore: un grande cambiamento che lo porterà a vivere pienamente quello che la vita ha in serbo per lui”.

Giacomo Occhi, autore e protagonista di “Scoppiati”, si definisce attore comico-poetico: “Mi piace raccontare la realtà che mi circonda con profonda leggerezza”. La regia di “Scoppiati” è curata da Baruffini, attualmente co-direttrice artistica di Associazione Micromacro e Insolito Festival di Parma.

A Piacenza lo spettacolo terminato lo vedremo in ottobre al Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”, direzione artistica di Jacopo Maj che in quanto direttore di produzione sta seguendo in prima persona il progetto di “Scoppiati”, che Teatro Gioco Vita sostiene attraverso la produzione esecutiva e di cui curerà la distribuzione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà